30 ANNI IN 1 SECONDO

Valutazione
Accettabile, semplicistico
Tematica
Adolescenza
Genere
Commedia
Regia
Gary Winick
Durata
98'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
13 going on 30
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Musiche
Theodore Shapiro
Montaggio
Susan Littenberg

Orig.: Stati Uniti (2004) - Sogg. e scenegg.: Josh Goldsmith, Cathy Yuspa - Fotogr.(Panoramica/a colori): Don Burgess - Mus.: Theodore Shapiro - Montagg.: Susan Littenberg - Dur.: 98' - Produz.: Gina Matthews, Susan Arnold, Donna Arkoff Roth.

Interpreti e ruoli

Jennifer Garner (Jenna Rink), Mark Ruffalo (Matt Flamhaff), Judy Greer . (Lucy), Andy Serkis (Richard), Katy Baker . (Beverly Rink)

Soggetto

E'il 1987. Jenna ha tredici anni ma non è contenta della sua età, essendo di continuo snobbata da un gruppo di sue compagne di scuola più ammirate e dal ragazzo di cui si è innamorata che a malapena ricorda il suo nome. Quando la festa per i suoi tredici anni si risolve in un disastro e gli invitati la rinchiudono nel ripostiglio, Jenna esprime un desiderio: essere adulta e vivere la vita a modo suo. Il giorno dopo, quando esce dallo stanzino, Jenna si trova nel 2004 all'età di trenta anni. E' una splendida donna di successo, con un lavoro fantastico e un grande appartamento sulla Quinta strada. Avendo però conservato il carattere della tredicenne, Jenna è un po' spaventata e si accorge che da questa sua nuova vita è uscito Matt, il migliore amico e vicino di casa. Lo rintraccia, torna a frequentarlo ed è proprio lui a farle scoprire i lati negativi del suo carattere e di quella scelta così affrettata. Ritornata tredicenne, Jenna riprende l'amicizia con lui fino a sposarlo, una volta arrivata a trenta anni.

Valutazione Pastorale

In questa favoletta messa in piedi senza troppi sforzi dominano i cliché del genere 'salto nel tempo': i buoni e i cattivi ben marcati, l'invito a non sognare troppo per non essere delusi, a vivere l'età che si ha, a non fare compromessi per poi doversene pentire. Il copione ha toni quasi didascalici che escludono la possibilità di dare maggior peso alle situazioni proposte. Restano le buone intenzioni in un prodotto medio di stampo forse più adatto al piccolo schermo. Comunque il film, dal punto di vista pastorale, può essere valutato come accettabile e certo semplicistico. UTILIZZAZIONE: Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e proposte in qualche occasione come svago per un pubblico di adolescenti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film