Due amici

Valutazione
Complesso, Problematico, Adatto per dibattiti
Tematica
Amicizia, Amore-Sentimenti
Genere
Drammatico
Regia
Louis Garrel
Durata
100'
Anno di uscita
2019
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
Les deux amis
Distribuzione
Movies Inspired
Soggetto e Sceneggiatura
Louis Garrel, Christophe Honoré
Fotografia
Claire Mathon
Musiche
Philippe Sarde
Montaggio
Marie-Julie Maille, Joëlle Hache

Interpreti e ruoli

Golshifteh Farahani (Mona), Louis Garrel (Abel), Vincent Macaigne (Vincent), Mahaut Adam (Colette)

Soggetto

A Parigi, Clement e Mona si conoscono da una settimana, lui, che fa il generico nei film, si innamora subito di lei, che invece lavora in un paninoteca nella Gare di Nord ed è molto meno motivata…

Valutazione Pastorale

Louis Garrell, dopo molti titoli come attore, esordisce con questo film come regista, dopo aver girato tre corti tra 2008 e 2011. Nel 2018 prosegue con un secondo film, L’uomo fedele, dove ugualmente è nel doppio ruolo di attore/regista. Ruolo che conserva anche qui all’interno di un racconto che, dopo un inizio incerto, si indirizza decisamente verso un triangolo amoroso che alterna la commedia brillante francese con inserti di taglio sociale, in tal modo uscendo dal recinto del cinema borghese per raccontare esigenze precarie e ai margini. Tutto ruota intorno al colpo di fulmine che Clement ha preso per la bella Mona. La ragazza sembra non corrispondere alle lusinghe che lasciano l’uomo deluso e lo inducono a chiedere l’aiuto dell’amico Abel. Il quale, anche se arrivato per ultimo, ben presto cede al fascino di Mona. In tal modo la prospettiva dell’amicizia si sposta: Clement /Mona passano il testimone a Abel/Mona. Ma quando l’impossibilità di gestire i sentimenti appare evidente, Clemente/ Abel recuperano la loro antica amicizia. Si tratta della rappresentazione di una realtà molto letteraria, che riporta in primo piano il primato degli affetti impossibili con il contorno delle impossibili fughe dalla realtà. E’ il momento in cui prevalgono sentimenti eccessivi, instabili, liquidi. Garrell si mostra in ciò l’erede naturale di un cinema d’autore ricercato, intellettuale, compiaciuto di se stesso. Dal punto di vista pastorale, il film è complesso, problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria soprattutto per un pubblico giovanile, in grado di apprezzare un cinema ricercato e cinefilo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film