AIUTO VAMPIRO

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Avventura, Film per ragazzi
Genere
Fantastico
Regia
Paul Weitz
Durata
108'
Anno di uscita
2010
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Cirque du Fraek : The Vampire's Assistant
Distribuzione
Universal Pictures International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Paul Weitz, Brian Helgeland tratto dalla "Saga" scritta da Darren O'Shaugnessey, in arte Darren Shan
Musiche
Stephen Trask
Montaggio
Leslie Jones

Orig.: Stati Uniti (2009) - Sogg.: tratto dalla "Saga" scritta da Darren O'Shaugnessey, in arte Darren Shan - Scenegg.: Paul Weitz, Brian Helgeland - Fotogr.(Scope/a colori): J. Michael Muro - Mus.: Stephen Trask - Montagg.: Leslie Jones - Dur.: 108' - Produz.: Ewan Leslie, Lauren Shuler Donner.

Interpreti e ruoli

John C.Reilly (Larten Crepsley), Josh Hutcherson (Steve), Chris Massoglia (Darren Shan), Jessica Carlson (Rebecca), Michael Cerveris (Tiny), Ray Stevenson (Murlaugh), Patrick Fugit (Evra), Ken Wàtanabe (Tall), Salma Hayek (madame Truska), Willem Dafoe (Gavner Purl), Orlando Jones (Alexander Ribs)

Soggetto

Il 16enne Darren si fa convincere dal suo migliore amico ad andare in un vecchio teatro per assistere ad una esibizione del Cirque du Freak, i mostri. Entrato in contatto con il direttore Larten Crepsley, a poco a poco Darren viene irretito da quelle strane presenze e si lascia trasformare in un vampiro destinato ad essere immortale. Tra un ragazzo serpente, un lupo mannaro, una donna barbuta e una ragazza con la coda (Rebecca, di cui si innamora), il giovane Darren comincia a sentirsi a proprio agio e, dopo aver assistito a crudi scontri tra i presenti, comincia il percorso che lo farà diventare un Freak del Circo.

Valutazione Pastorale

Ispirandosi ai personaggi dei romanzi scritti dall'irlandese Darren O'Shaughessey, Weitz compone una vicenda fantastica che mette insieme varie suggestioni cinematografiche; ma che, essenzialmente, resta una favola per tutti, un percorso di formazione dell'adolescente Darren in un mondo popolato da 'altri',da quei mostri che l'immaginario costruisce in modo libero e sfrenato. L'andamento del racconto é disordinato e alquanto scombinato. E tuttavia vi si respira un'aria fiabesca un po' ingenua, che alla fine non dispiace. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito come proposta del tutto originale per ragazzi e adolescenti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film