ALBERGO ROMA * *

Valutazione
Discutibile, Realistico, dibattiti
Tematica
Storia
Genere
Grottesco
Regia
Ugo Chiti
Durata
84'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Medusa Film
Soggetto e Sceneggiatura
Ugo Chiti liberamente tratto dal lavoro teatrale "Allegretto... per bene ma non troppo" di Ugo Chiti
Musiche
Marco Baraldi
Montaggio
Carla Simoncelli

Sogg.: liberamente tratto dal lavoro teatrale "Allegretto... per bene ma non troppo" di Ugo Chiti - Scenegg.: Ugo Chiti - Fotogr. (Panoramica/ a colori): Blasco Giurato - Mus.: Marco Baraldi - Montagg.: Carla Simoncelli - Dur.: 84' - Produz.: Union P.N.

Interpreti e ruoli

Tcheky Karyo (federale Apolloni), Alessandro Benvenuti (Tonchio), Claudio Bisio (Danilo Giorgini), Lucia Poli (Viola), Maria Cristina Maccà (Beppina), Gianna Giachetti (Olimpia), Debora Caprioglio (Ginecriste), Carlo Monni, Cecilia Dazzi, Barbara Enrichi, Alessandra Acciai, Roberto Posse, Patrizia Corti, Massimo Salvianti, Florens Fanciulli.

Soggetto

Nel 1939, in un piccolo paese della provincia toscana fervono i preparativi per l'arrivo del Duce, in occasione dell'inaugurazione della nuova sede dell'Opera Nazionale Maternità e Infanzia, voluta da Danilo Giorgini, segretario del Fascio locale, che già se ne pavoneggia per il compiacimento gerarchico che si ripromette di ottenere dal capo. Mentre la filarmonica del luogo si prepara a eseguire in onore dell'illustre ospite "La Gazza ladra" di Rossini, uno dei suoi componenti, alquanto in ritardo, si affretta la sera a raggiungere il teatro dove si svolgono le prove, accompagnato dal suo cane. Ad un tratto la bestia si mette ad abbaiare e scompare nel buio. Ripetutamente richiamato dal padrone, il cane ricompare con in bocca qualcosa d'informe: presumibilmente i resti di un feto umano. La sola idea di un tale macabro fattaccio, nell'imminenza dell'inaugurazione dell'ONMI, sconvolge i notabili del paese, subito convocati: viene deciso il silenzio assoluto per tutta la settimana su quell'oscuro crimine che guasterebbe l'atteso evento. Ma nel giro di poche ore il tam-tam paesano ha messo tutti al corrente dell'accaduto: è urgente trovare un colpevole, tanto più urgente perché è sceso all'Albergo Roma in gran segreto un misterioso personaggio, certamente incaricato d'indagare dopo tanto vociferare. I pettegolezzi (ingigantiti da Tonchio, cameriere tutto fare dell'Albergo Roma, dalla sarta Viola, da Beppina, sua aiutante, dalla vedova Olimpia e da Ginecriste, cameriera amante e complice di Danilo Giorgini) si concentrano intorno ad una quattordicenne, figlia di agricoltori del luogo, una ragazza senza malizia, spaventatissima per le domande del preside della scuola e per l'incomprensibile situazione d' indagata, nella quale viene inaspettatamente a trovarsi. La salva la madre che l'accompagna dal medico per un accertamento ginecologico, che annulla ogni illazione. Successivamente si scopre che il vero criminale è il misterioso ospite dell'Albergo Roma, il federale Apolloni, ma per un delitto del tutto diverso da quello costruito dall'immaginario collettivo di un paese, la cui unica morale è un perbenismo di facciata, dietro al quale prospera un mondo in dissoluzione.

Valutazione Pastorale

Molto curato nell'ambientazione e nei costumi, con un ritmo scandito dalle note de "La Gazza ladra", il film mette in berlina, con umorismo divertito, un potere enfatico nelle sue esibizioni e dispotico nei metodi fino al parossismo ma profondamente bacato moralmente: non si salva nessuno, eccettuato il medico che presenta con una sfumatura d'ironia la sua diagnosi salvavita per l'adolescente scelta a far da capro espiatorio per un delitto immaginato, del quale neppure ci si cura di avere le prove. Quando tutto si riduce all'obiettivo della bella figura ad ogni costo e la coscienza non pare neppure esistere, ci si può rifare dei timori e dei dubbi patiti con l'euforia fracassona di una coloritissima sagra popolana. Alcune sequenze scabrose, seppur presentate con umorismo ironico, motivano il giudizio.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film