AMERICAN PIE

Valutazione
Inaccettabile, immorale
Tematica
Amicizia, Giovani, Scuola, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Paul Weltz
Durata
100'
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
American Pie
Distribuzione
Filmauro
Musiche
David Lawrence
Montaggio
Priscilla Needfriedly

Orig.: Stati Uniti (1999) - Sogg. e scenegg.: Adam Hertz - Fotogr.(Normale/a colori): Richard Crudo - Mus.: David Lawrence - Montagg.: Priscilla Needfriedly - Dur.: 100' - Produz.: Warren Zide, Craig Perry, Chris Moore, Chris Weitz.

Interpreti e ruoli

Jason Biggs (Jim), Chris Klein (Oz), Eddie Kaye Thomas (Finch), Thomas Ian Nicholson, Eugene Levy

Soggetto

Jim, Oz, Paul e Kevin sono quattro studenti di un liceo nel Michigan. Tutti abbastanza goffi e imbranati, frequentano molte feste studentesche senza mai riuscire ad ottenere quello che a loro interessa. Un giorno allora lanciano una scommessa: dovranno riuscire a fare l'amore per la prima volta, prima della data di chiusura dell'anno scolastico che segnerà la loro entrata al college. Restano loro tre settimane di tempo. Purtroppo l'impresa non é facile. Le occasioni non mancano ma, al momento opportuno, prevale l'impaccio. Così Jim prova a servirsi di Internet ma le nuove tecnologie non lo aiutano. Anche i comportamenti delle ragazze con cui si ritrovano non sono chiari, e gli equivoci si sprecano. Quando sembra che alcune coppie siano riuscite ad assestarsi,arriva la festa di fine anno e tutto viene rimesso in discussione. La scommessa non é vinta né persa. La mattina dopo, i quattro amici si ritrovano per un brindisi al passato e al futuro.

Valutazione Pastorale

Se è vero che da sempre e da tutte le parti l'età del liceo é quella della spensieratezza, degli scherzi, della scoperta più forte di se e degli altri, é altrettanto vero che qui siamo molto lontani da queste premesse. Il film offre la rappresentazione di uno spaccato giovanile privo di orizzonti di riferimento. Non solo i ragazzi ma anche quelli 'adulti' con cui si rapportano dimostrano totale incapacità di entrare in una visione di dimensione umana. Genitori, figli e tutti gli altri vivono all'insegna della più completa superficialità in un clima di rilassatezza, di indifferenza, di relativismo. Non siamo di fronte ad un'analisi della gioventù contemporanea, ma ad un campionario di brutture sciorinato per creare voglia di imitazione. E imitazione di comportamenti stupidi, vuoti, sgradevoli e capaci di ingenerare illusioni fasulle. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inaccettabile, per la sua complessiva immoralità. UTILIZZAIONE: il film é da escludere sia dalla programmazione ordinaria sia da altri tipi di utilizzo. E' da sottolineare soprattutto l'avvertenza di non proporlo per incontri giovanili o altre occasioni simili.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film