ANASTASIA

Valutazione
Accettabile, Brillante
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Film d'animazione
Regia
Don Bluth, Gary Goldman
Durata
94'
Anno di uscita
1998
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
ANASTASIA
Distribuzione
Fox
Musiche
David Newman
Montaggio
Eric Tuchman

Sogg. e scenegg.: Susan Gauthier, Bruce Graham, Bob Tzudiker, Noni White - Fotogr.: (Sco- pe/ a colori) Philip A. Cruden - Mus.: David Newman - Montagg.: Eric Tuchman - Dur.: 94' - Produz.: Don Bluth, Gary Goldman

Soggetto

A San Pietroburgo nel 1916 viveva una giovane principessa di nome Anastasia, figlia dei Romanov, dinastia regnante in Russia da 300 anni. Tornato dall'esilio, il malvagio Rasputin aveva giurato di vendicarsi della famiglia. Ecco scoppiare in tutto il Paese la rivoluzione, che distrugge gran parte dei Romanov. Con l'aiuto del garzone Dimitri, l'imperatrice madre Maria e sua nipote fuggono verso Parigi. Ma all'ultimo Anastasia non ce la fa, perde la memoria e a 18 anni è un'orfana di nome Anya con un girocollo con la scritta "Insieme a Parigi". Anya vuole scoprire la propria identità. Intanto Dimitri si sta dando da fare per trovare una ragazza che riesca a convincere l'anziana Maria che Anastasia è ancora viva. Convince Anya a farsi passare per Anastasia e insieme arrivano a Parigi. Bisogna persuadere la nonna, ormai delusa dopo tanti tentativi andati a vuoto. Passata una iniziale diffidenza, Maria nota la scritta intorno al collo di Anya e capisce che finalmente è arrivata la vera Anastasia. La sera del debutto in società, Rasputin attira nei giardini Anastasia per ucciderla. L'arrivo di Dimitri risolve la situazione con l'eliminazione di Rasputin. Per Anastasia e Dimitri comincia una nuova, felice vita insieme.

Valutazione Pastorale

le vicende storiche dei Romanoff e di Rasputin sono riviste e adattate con qualche libertà. Ma, a parte alcune imprecisazioni, questo cartone animato realizzato al di fuori della scuola Disney ha momenti felici e passaggi interessanti. Gli eventi realmente successi sono visti come una fiaba, ora cattiva, ora poetica, ora affrettata. Il disegno ha immagini suggestive, ma nell'insieme è meno dinamico e riuscito nei movimenti angolari e nelle panoramiche. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare positivamente, evidenziandone anche il tono leggero e brillante. Utilizzazione: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, tenendo presente che non sempre può risultare di immediata comprensione per i bambini. E' da proporre per un pubblico da adolescenti in su.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film