APOLLO 13 **

Valutazione
Accettabile, realistico
Tematica
Storia
Genere
Drammatico
Regia
Ron Howard
Durata
142'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
APOLLO 13
Distribuzione
U.I.P.
Soggetto e Sceneggiatura
William Broyles jr., Al Reinert tratto dal libro "Lost Moon" di Jim Lovell e Jeffrey Kluger
Musiche
James Horner
Montaggio
Mike Hill, Dan Hanley

Sogg.: tratto dal libro "Lost Moon" di Jim Lovell e Jeffrey Kluger - Scenegg.: William Broyles jr., Al Reinert - Fotogr.(scope/a colori): Dean Cundey - Mus.: James Horner - Montagg.: Mike Hill, Dan Hanley - Dur.: 142' - Produz.: Brian Grazer.

Interpreti e ruoli

Tom Hanks (Jim Lovell), Kevin Bacon (Jack Swigert), Bill Paxton (Fred Haise), Gary Sinise (Ken Mattingly), Ed Harris (Gene Kranz), Kathleen Quinlan, David Andrews, Xander Berkeley, Christian Clemenson, Brett Cullen, Loren Dean, Clint Howard, Ben Marley, Marc Mc Clure, Tracy Reiner, Joe Spano.

Soggetto

L'11 aprile 1970, il gigantesco razzo vettore Saturno V viene lanciato da Cape Kennedy e mette in orbita terrestre tre astronauti: il veterano Jim Lovell, comandante della spedizione; il pilota del 'lem' Fred Haise; il pilota del 'modulo di comando' Jack Swigert che, alla prima missione come Haise, è dovuto subentrare all'ultimo momento al collega Ken Mattingly, impedito per motivi di malattia. Il volo procede regolarmente e gli astronauti si apprestano a discendere sulla Luna: improvvisamente una forte esplosione, seguita da un subitaneo calo di pressione in uno dei serbatoi di ossigeno liquido del 'modulo di comando', mette in allarme l'equipaggio e il centro di controllo diretto da Gene Kranz. Nessuno capisce cosa sia successo, e la missione deve in breve essere trasformata in un rischioso recupero, con il 'lem' divenuto una sorta di scialuppa di salvataggio cosmica, da cui i tre osservano con malinconia la Luna, mentre le ruotano attorno per ritornare sulla Terra. Le televisioni, disinteressate al momento del lancio, ora trasmettono moltissimi servizi sul pericoloso recupero. Mattingly viene convocato d'urgenza per simulare a terra tutte le manovre possibili nel 'modulo di comando' per risparmiare energia e facilitare l'ammaraggio. Al dramma in cielo di aggiunge quello in terra dei familiari. Tutte le nazioni offrono il loro aiuto agli Stati Uniti. Anche il pontefice Paolo VI prega in piazza San Pietro per i tre uomini che devono affrontare anche lo stress del freddo, dovuto al risparmio di energia imposto da terra, e devono improvvisarsi artigiani confezionando un rudimentale filtro al litio per ridurre il tasso di anidride carbonica, salito a livelli intollerabili. Dopo aver per l'ultima volta acceso i motori del provvidenziale 'lem', per allinearsi con la Terra per il rientro, si trasferiscono nella capsula. Espellendo il 'modulo di comando' vedono finalmente il danno: un intero pannello è saltato per l'esplosione. Capiscono, prima di ammarare regolarmente, quanti rischi abbiano corso.

Valutazione Pastorale

Il film riporta fedelmente l'avventura dell'Apollo 13, rivissuta da Jim Lovell nel suo libro "Luna perduta", scritto da Jeffrey Kluger, e consultando naturalmente molti protagonisti di quell'avventura che, se paradossalmente fu un insuccesso fallendo l'obiettivo principale, suscitò un incredibile coacervo di solidarietà umana, capacità di inventiva, velocità di valutazioni cruciali e amicizia. Il film, pur agganciandosi ad una cronaca assai precisa di un evento ben documentato, non riesce a far emergere dalle sequenze ben girate quella tensione che indubbiamente attanagliava i protagonisti della vicenda. Nonostante gli sforzi della produzione, la ricostruzione fedele del centro di controllo, dei macchinari, le riprese in assenza di gravità, l'allenamento dei tre attori a lavorare con autentiche copie delle tute spaziali, si ha sempre l'impressione di qualcosa visto in laboratorio. E' il caso di dire che la realtà, vista a suo tempo alla televisione, superava di gran lunga la ricostruzione odierna. Si tratta comunque di un film dignitoso, più che accettabile, dove la cosa migliore è la solidarietà tra i tre astronauti che il pericolo comune trasforma da colleghi spesso sospettosi (specie verso l'intruso Swigert) in autentici compagni di 'cordata'.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV