ASSASSINS

Valutazione
Inaccettabile, immorale
Tematica
Gangster, Violenza
Genere
Film Noir
Regia
Richard Donner
Durata
133'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
ASSASSINS
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Andy Wachowski, Larry Wachowski, Brian Helgeland Andy Wachowski, Larry Wachowski
Musiche
Mark Mancina
Montaggio
Richard Marks

Orig.: Stati Uniti - Sogg.: Andy Wachowski, Larry Wachowski - Scenegg.: Andy Wachowski, Larry Wachowski, Brian Helgeland - Fotogr.(panoramica/a colori): Vilmos Szigmond - Mus.: Mark Mancina - Montagg.: Richard Marks - Dur.: 133' - Produz.: Joel Silver, Richard Donner - VIETATO AI MINORI DEGLI ANNI QUATTORDICI.

Interpreti e ruoli

Sylvester Stallone (Robert Rath), Antonio Banderas (Miguel Bain), Julianne Moore (Electra), Anatoly Davydon (Nicolai), Muse Watson, Stephen Kahan, Kelly Rowan, Reed Diamond, Kai Wulff, Kerry Skalsky, James Douglas Skaskins, Stephen Liska, John Harms.

Soggetto

Robert Rath, un killer professionista desideroso di ritirarsi, cede all'ultima offerta di un misterioso committente con cui dialoga via modem e accetta di uccidere al cimitero il suo "bersaglio umano" che assiste ai funerali del fratello. Ma questi viene invece ucciso da Miguel Bain, che viene arrestato dalla polizia. Liberatosi, Bain tenta di espatriare ma sale sul taxi rubato da Rath per adescarlo. Il giovane Miguel vuole soppiantare Robert, suo idolo, e lo segue in un'altra impresa: recuperare un dischetto rubato dalla pirata informatica Electra, dopo aver eliminato gli acquirenti olandesi. La gara tra i due killer provoca la morte non solo degli olandesi, ma anche di due amici di Electra, che Robert salva da Miguel, guadagnandone la fiducia. I due riescono a vendere il dischetto, e poi scampano all'esplosione della valigia col denaro. Poiché Electra ha previsto la mossa e consegnato un falso dischetto, Rath si fa versare in una banca ai Caraibi 20 milioni di dollari per consegnare i dati mentre il misterioso committente incarica contemporaneamente Miguel di ucciderlo. Il luogo è lo stesso dove 15 anni prima Rath ebbe l'incarico di sparare ad un amico/nemico dello spionaggio sovietico, Nicolai, e Miguel sceglie la stessa finestra dello stesso ormai fatiscente albergo per il colpo. Rath tuttavia gioca d'astuzia, aspettando oltre l'orario di chiusura, fino a che Bain spazientito non scende in banca a controllare. Electra può così salire per togliere l'arma a Bain, ma non riesce a rimuoverla e cade incastrandosi nel pavimento marcito. Miguel tornato all'albergo si appresta a sparare a Robert, costretto ad uscire, ma la donna gli spara con un revolver, ferendolo. Rath riesce a ferire mortalmente Bain, ma riappare a sorpresa Nicolai, che ha finto di farsi uccidere per manovrare a suo piacimento l'ex-rivale: è lui il committente. Bain lo uccide ma, dopo aver tentato di uccidere Rath, viene eliminato da questi. Finalmente tranquilli Robert ed Electra potranno godersi il "malloppo".

Valutazione Pastorale

Le sequenze iniziali, ben dirette e splendidamente fotografate, danno l'illusione di esser di fronte ad un valido film d'azione: poi la storia si frammenta in una sorta di sequenze che potrebbero essere ciascuna quella iniziale o finale di altrettanti film. Malgrado i vari temi trattati in questo film noir (il killer ed il suo dramma esistenziale; il tradimento tra spie; il giovane assassino che vuol sostituirsi all'anziano killer; i vari inseguimenti con abbondanti quanto efferate sparatorie), le capacità registiche di Richard Donner spesso sono inficiate dai tanti dettagli esorbitanti. L'immoralità più assoluta dilaga: Rath, presentato tutto sommato come un eroe, è solo un assassino di professione la cui umanità si estrinseca al massimo nel lasciare suicidare la sua vittima, rimpiangere l'omicidio commesso 15 anni prima o nel cedere al fascino femminile; la disinvolta Electra ruba segreti industriali e sogna solo di continuare a farlo indisturbata prima di venir fagocitata dal corso degli eventi; Bain rasenta la psicopatia ed è certamente il più efferato dei tre.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film