AUTOFOCUS

Valutazione
Inaccettabile, scabroso
Tematica
Mass-media, Sessualità
Genere
Drammatico
Regia
Paul Schrader
Durata
107'
Anno di uscita
2003
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Autofocus
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Michael Gerbosi tratto dal libro "The murder of Bob Crane" di Robert Graysmith
Musiche
Angelo Badalamenti
Montaggio
Kristina Boden

Orig.: Stati Uniti (2002) - Sogg.: tratto dal libro "The murder of Bob Crane" di Robert Graysmith - Scenegg.: Michael Gerbosi - Fotogr.(Panoramica/a colori): Fred Murphy - Mus.: Angelo Badalamenti - Montagg.: Kristina Boden - Dur.: 107' - Produz.: Scott Alexander, Larry Karaszewski, Todd Rosken, Pat Dollard, Alicia Allain - VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI.

Interpreti e ruoli

Greg Kinnear (Bob Crane), Willem Dafoe (John Carpenter), Rita Wilson (Anna Crane), Maria Bello (Patty), Ed Begley jr. (Mel Rosen), Kurt Fuller (Werner Klemperer/Klink), Ron Leibman (Lenny)

Soggetto

A partire dalla fine degli anni '50, e poi fino agli inizi dei '70, prima in radio e quindi in televisione, Bob Crane acquista grande fama come intrattenitore, ideatore e conduttore di programmi che coinvolgono persone anonime prese dalla strada. Per sei anni Crane è inoltre il protagonista di un serial che va avanti per ben 186 puntate. Quando la sua carriera comincia, Crane è sposato con Anne e ha due figli piccoli. Coltiva una passione per le riviste sexy che tiene nascoste e che un giorno la moglie scopre. La svolta arriva quando Crane conosce John Carpenter, un tecnico che lavora per grossi clienti e che gli fa conoscere le possibilità del VTR, un apparecchio che consente di registrare su una cassetta che é possibile rivedere sul televisore. Carpenter usa questo nuovo strumento per riprendere orge di vario tipo, vi invita Crane che, dopo qualche incertezza, accetta. I due diventano amici e soci in questa nuova 'attività'. Nel 1971, finito il serial, Crane divorzia da Anne e sposa Patty, che aveva conosciuto con Carpenter. Patty é incinta. Crane ha bisogno di lavorare. La Disney gli offre un film, ma le notizie su di lui sono venute allo scoperto. Il film viene realizzato ma è un fallimento. Crane si separa da Patty, poi torna dal proprio agente al quale chiede di trovargli qualche ingaggio. Ormai tutti gli spazi si sono chiusi. Crane viene trovato ucciso a casa. Carpenter, sospettato di essere l'omicida, muore quattro anni dopo.

Valutazione Pastorale

Bob Crane é personaggio realmente esistito e la sua storia è fedelmente ripresa dal copione. Storia, o meglio amara parabola di un uomo che era arrivato al successo, e poi non si era rassegnato alla perdita di notorietà, e anzi aveva cominciato a ricevere critiche pesanti come inventore e promotore di una televisione di basso livello, pronta a solleticare le peggiori ambizioni dell'individuo. Il copione descrive bene il momento di passaggio dalla telecamera fissa al video: un allargamento infinito di possibilità mediatiche che ancora oggi ci coinvolge e ci interroga. Se Schrader avesse deciso di farci capire quanto una invenzione per certi versi rivoluzionaria poteva essere utilizzata sul versante del male (del vizio) invece che a favore del pubblico e di una crescita comune, il film avrebbe preso un'altra piega. La riflessione sul buono/cattivo uso dei mass-media è sempre d'attualità. Invece il regista punta tutto su Crane, visto semplicemente come un uomo immaturo, narcisista, senza coscienza, privo di qualunque reazione. Si chiede forse compassione per la sua vita e la sua fine ma la storia non fa scattare la pietà. Troppa morbosità, troppo voyeurismo fine a se stessi, troppo distacco nelle immagini, troppa assenza di qualunque partecipazione o passione. Il sesso come rito meccanico: considerazione amara ma compiaciuta. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare com e inaccettabile, e nell'insieme scabroso. UTILIZZAZIONE: il film è da escludere sia dalla programmazione ordinaria sia da altri tipi di utilizzazione. Pur con il divieto ai minori di 18 anni, é da tenere molta attenzione per i minori in caso di eventuali passagi nei vari palinsesti televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film