BEST MEN-AMICI PER LA PELLE

Valutazione
Inaccettabile, negativo
Tematica
Amicizia, Matrimonio - coppia, Violenza
Genere
Drammatico
Regia
Tamra Davis
Durata
90'
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Best men
Distribuzione
Cecchi Gori Distribuzione
Musiche
Mark Mothersbaugh
Montaggio
Paul Trejo

Orig. : Stati Uniti (1997) - Sogg. e scenegg. : Art Edler Brown - Fotogr. (Scope/ a colori): James Glennon - Mus.: Mark Mothersbaugh - Montagg.: Paul Trejo - Dur.: 90' - Produz.: Brad Krevoy e Steve Sabler.

Interpreti e ruoli

Luke Wilson (Jesse Chandler), Drew Barrymore (Hope), Sean Patrick Flanery (Billy), Dean Cain (Buzz), Andy Dick (Teddy), Mitchell Whitfield (Sol), Fred Ward (sceriffo Philips), Raymond J.Barry (Hoover), Brad Dourif (John G.Coleman), Art Edler Brown . (Carter)

Soggetto

Dopo tre anni, Jesse Chandler esce di prigione. Deve sposarsi con l'amata Hope ma, prima di lei, ci sono i quattro amici scatenati che lo accolgono all'uscita e con i quali si allontana. Quando arrivano nel piccolo centro di Indipendence, uno di loro,Billy, entra in una banca e semina il panico: è lui infatti Amleto, il misterioso scassinatore che da tempo commette rapine in giro per la zona. Subito entra in azione lo sceriffo Philips: Billy é suo figlio. La banca viene circondata, i cinque con alcuni ostaggi restano dentro. Poco più tardi arriva l'FBI e subito si creano attriti con lo sceriffo. Arriva la notte, Hope nel frattempo é entrata in banca. Hope e Jesse chiedono un prete per sposarsi, che arriva ma è in realtà un agente FBI. Dopo che sono stati fatti uscire gli ostaggi, Philips parla col figlio. Billy vuole che lui faccia il padre che non ha mai fatto. La mattina arriva l'autobus richiesto dai 5 per andare via. Ma i cecchini colpiscono Saul. L'autobus fugge inseguito dall'FBI. Altri due amici vengono colpiti a morte. Jesse e Hope invece, saliti su un elicottero, riescono a scappare. Sposati e con un figlio, festeggiano felici in vacanza al mare.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una specie di thriller dai prevalenti toni drammatici realizzato decisamente male, senza convinzione nè partecipazione. L'azione risulta sempre faticosa e a singhiozzo, i personaggi non creano interesse, riciclati su tanti altri stereotipi. Tutto questo é proiettato su uno svolgimento decisamente poco esemplare. Rimane la sensazione di uno spaccato d'ambiente pessimistico, specioso,tendente a creare situazioni sfilacciate e banalmente provocatorie: per voler dire chissà cosa, il film finisce col non dire niente e risulta anche noioso. Dal punto di vista pastorale, tutta l'operazione risulta inaccettabile, nella sua costante negatività UTILIZZAZIONE: il film può essere trascurato sia in programmazione ordinaria sia in altre circostanze. Oltretutto ritorna qui, in modo grossolano, il ricorso a Shakesperare e ad una insulsa rivisitazione del personaggio Amleto.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film