CAPTAIN AMERICA – THE WINTER SOLDIER

Valutazione
Consigliabile, semplice
Tematica
Avventura, Fumetti- Graphic novel, Politica-Società
Genere
Azione
Regia
Joe Russo
Durata
136'
Anno di uscita
2014
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Captain America - The Winter Soldier
Distribuzione
The Walt Disney Company
Soggetto e Sceneggiatura
Christopher Markus, Stephen McFeely tratto dal fumetto "Il soldato d'inverno. Captain America" di Ed Brubaker , Steve Epting
Musiche
Henry Jackman
Montaggio
Jeffrey Ford, Matthew Schmidt

Orig.: Stati Uniti (2014) - Sogg.: tratto dal fumetto "Il soldato d'inverno. Captain America" di Ed Brubaker (testi), Steve Epting (disegni) - Scenegg.: Christopher Markus, Stephen McFeely - Fotogr.(Scope/a colori): Trent Opaloch - Mus.: Henry Jackman - Montagg.: Jeffrey Ford, Matthew Schmidt - Dur.: 136' - Produz.: Kevin Feige.

Interpreti e ruoli

Chris Evans (Steve Rogers/Captain America), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff/Vedova Nera), Sebastian Stan (Bucky Barnes/soldato d'inverno), Anthony Mackie . (Sam Wilson/Falcon), Cobie Smulders (agente Maria Hill), Robert Redford (Alexander Pierce), Samuel L.Jackson (Nick Fury), Dominic Cooper (Howard Stark)

Soggetto

Un collega dello S.H.I.E.L.D. viene attaccato, ed ecco che Steve Rogers (alias Captain America) si trova coinvolto in una rete di intrighi che hanno come obiettivo minacciare la salvezza del mondo. Rogers decide allora di unire le proprie forze con quelle della Vedova Nera nel tentativo di smascherare una agguerrita cospirazione...

Valutazione Pastorale

Se si riesce ad andare con la memoria al precedente "The Avengers" (2012), è meglio, perchè si può ricostruire qualche legame importante. Altrimenti questo 'sequel' può essere comunque visto e seguito come la presa d'atto di una frattura forse irrimediabile dentro il consueto scontro buoni/cattivi o, meglio, Bene/Male. Qui più nessuno è come sembra, cambiare è l'unica possibilità per sopravvivere. Bene ha fatto Robert Redford ad accettare la parte di Alexander Pierce: destinato a restare un esempio forse 'classico' di un cambiamento di ruoli che va all'interno dell'immaginario mitologico americano. I fratelli Russo, registi, raccontano bene le fasi di un momento di passaggio che appare quasi inevitabilmente asservito agli effetti speciali ma accosta finchè può gestualità, azione, sentimenti che guardano al western epico di una volta. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e semplice quanto a fruizione narrativa.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in succesive occasioni come proposta spettacolare anche per ragazzi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film