C’EST LA VIE – PRENDILA COME VIENE

Valutazione
Consigliabile, Realistico, dibattiti
Tematica
Emigrazione, Lavoro, Politica-Società, Rapporto tra culture
Genere
Commedia
Regia
Eric Toledano & Olivier Nakache
Durata
117'
Anno di uscita
2018
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
C'est la vie
Distribuzione
Videa Distribuzione
Musiche
Avishai Cohen
Montaggio
Dorian Rigal Ansous

Orig.: Francia (2016) - Sogg. e scenegg.: Eric Toledano & Olivier Nakache - Fotogr.(Scope/a col.): David Chizallet - Mus.: Avishai Cohen - Montagg.: Dorian Rigal Ansous -Dur.: 117' - Produz.: Nicolas Duval Adassovsky, Yann Zenou, Laurent Zeitoun - 12^ EDIZIONE FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2017.

Interpreti e ruoli

Interpreti: Jean Pierre Bacri (Max), Jean-Paul Rouve (Guy), Gilles Lellouche (James), Vincent Macaigne (Julien), Eye Haidara (Adèle), Suzanne Clement (Josiane), Alban Ivanov (Samy), Helene Vincent (figurante), Benjamin Lavernhe (Pierre), Judith Chemila (Helena), William Lebghil (Seb), Kevin Azais (Patrice), Antoine Chappey (Henri), Manmathan Basky (Roshan), Khereddine Ennasri (Nabil), Gabriel Naccache (Bastien), Nicky Marbot (Bernard), Manickam Sritharan (Kathir), Jackee Toto (Nico), Grégoire Bonnet . (Laprade)

Soggetto

Max e il suo team sono chiamati ad organizzare la festa di matrimonio per Pierre e Elena, che hanno deciso di sposarsi in un magnifico castello poco fuori Parigi. Dalla preparazione allo svolgimento, molti imprevisti succedono durante la serata...

Valutazione Pastorale

E' ancora vivo il ricordo di "Quasi amici" il film che nel 2011 lanciò con un convincente e grande successo il duo Eric Toledano & Olivier Nakache. Quel titolo puntava (quasi) tutto sull'incontro tra un ricco paraplegico e un uomo di colore senza lavoro che si offriva di fargli da assistente. Questa di oggi è ancora una volta una commedia che sul filone tradizionale di un umorismo prevalente, innesta tratti di satira spinta e pungente, mirata a mettere alla berlina pregi e difetti della società (francese) contemporanea. Il racconto si snoda tutto nell'arco di una giornata, tra la preparazione di un banchetto di nozze e il suo svolgimento fino alle luci dell'alba. Intorno c'è il mondo degli addetti ai lavori, camerieri, cuochi, musicisti: un microcosmo umano che racchiude in sé la società tutta, tra tic, abitudini, vizi. Non mancano, va detto, battute incalzanti e serrate, risultato di una sceneggiatura puntuale e ben calibrata. I due registi si confermano acuti osservatori della realtà attuale della Francia, con un copione in grado di soddisfare un pubblico ampio. Tra i temi meno facili affrontati, va notata la riflessione sul cambiamento in corsa nel mondo del lavoro. Un divertimento intelligente per un film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile, realistico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in molte successive occasioni per la possibilità che offre di affrontare con un sorriso argomenti certo centrali e non secondari nella vita quotidiana della Francia oggi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV