COM’E’ BELLO FAR L’AMORE

Valutazione
Futile, scabrosità
Tematica
Matrimonio - coppia, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Fausto Brizzi
Durata
97'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Bruno Zambrini
Montaggio
Luciana Pandolfelli

Orig.: Italia (2012) - Sogg. e scenegg.: Fausto Brizzi, Marco Martani, Andrea Agnello - Fotogr.(Scope/a colori): Marcello Montarsi - Mus.: Bruno Zambrini - Montagg.: Luciana Pandolfelli - Dur.: 97' - Produz.: Mario Gianani, Lorenzo Mieli per Wildside in collaborazione con Medusa Film, SKY Cinema, Mediaset Premium - ANCHE IN 3D.

Interpreti e ruoli

Fabio De Luigi (Andrea), Claudia Gerini (Giulia), Filippo Timi . (Max), Giorgia Wurth (Vanessa), Virginia Raffaele (Juanita), Alessandro Sperduti . (Simone), Eleonora Bolla (Alice), Michele Foresta (Claudio), Michela Andreozzi (Daniela), Margherita Buy, Lillo Petrolo, Enzo Salvi, Franco Trentalance

Soggetto

Nella vita di Andrea e Giulia, coniugi 40enni con un figlio di diciotto, arriva all'improvviso Max, amico di lei dai tempi del liceo. Solo con qualche ritardo Andrea capisce che in California, dove si è trasferito anni prima, Max fa il pornoattore. Ben presto la ovvia dimestichezza di lui con tutto ciò che riguarda la sessualità si scontra con il periodo di 'stanca' che nello stesso ambito stanno passando Andrea e Giulia. Tra timori e reticenze, i due si risolvono di chiedere all' 'esperto' suggerimenti su come rivitalizzare il loro rapporto. Prima si creano incomprensioni e dissapori, poi arrivano anche i benefici...

Valutazione Pastorale

Dice Brizzi: "Desideravo affrontare in modo divertente un argomento come il sessso che per noi rappresenta tradizionalmente un tabù (...) ho cercato di far convivere nel film un'anima goliardica e una romantica (...)". Ecco già evidenziati i limiti dell'operazione. Affermare che la sessualità è argomento scomodo vuol dire creare le premesse per attribuirsi meriti di sdrammatizzazione e quasi di maggiore comprensione. Dare spazio dapprima ad un'anima goliardica (leggi: trasgressiva) e poi al romanticismo significa solleticare spettatori differenti e togliere eventuali sensi di colpa. La gag di De Luigi/Andrea in farmacia è anche divertente ma è specchio di una comicità 'nuova' che ha rinunciato a qualunque forma di riservatezza e di intimità a favore di un 'tutto e subito' che forse aiuta o forse crea altri problemi. Certo le modalità attraverso le quali la coppia adulta si ricompatta vanno considerate con molta distanza e in ogni caso non incoraggiate. Il racconto scorre con scioltezza ma appare alla fine furbo e ammiccante. Dal punto di vista pastorale il film è da valutare come futile e segnato da scabrosità. UTILIZZAZIONE: da quanto detto, consegue che in programmazione ordinaria l'utilizzazione è da considerare con molta cautela e tenendo sempre presente la sensibilità degli spettatori. Grande attenzione sarà da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film