CRITTERS 3

Valutazione
Accettabile, Semplicistico
Tematica
Genere
Fantastico
Regia
Kristine Peterson
Durata
83’
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
CRITTERS 3
Distribuzione
Penta Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
David J. Schow Rupert Harvey, Barry Opper
Musiche
David C. Williams
Montaggio
Terry Stokes

Sogg.: Rupert Harvey, Barry Opper - Scenegg.: David J. Schow - Fotogr.: (normale/a colori) Tom Callaway - Mus.: David C. Williams - Montagg.: Terry Stokes - Dur.: 83’ - Produz.: Barry Opper, Rupert Harvey

Interpreti e ruoli

Aimee Brooks (Annie Sawyer), John Calvin (Clifford Sawyer), Katherine Cortez (Marcia), Leonardo Di Caprio (Josh), Geoffrey Blake (Frank), Don Opper (Charlie), William Dennis Hunt (Briggs), Frances Bay, Bill Zuckert, Diana Bellamy

Soggetto

Clifford Sawyer, un ferroviere vedovo, è in vacanza con la figlia adolescente Annie ed il piccolo Johnny a Grovers Ban, luogo celebre negli Stati Uniti per una precedente apparizione di alieni. Qui un eccentrico individuo, Charlie, dà al ragazzino un detector, ammonendolo di stare in guardia qualora si colorasse di verde. Rientrato in città e dovendo star fuori per qualche giorno, Clifford affida i ragazzi ad un’anziana coppia di amici, i Mangers. Ma col camper di papà sono entrati in città i pestiferi Critters, gli alieni pelosi di cui il misterioso tipo era in traccia e che, usciti da un uovo, rotolano come palle, lanciano aculei che stordiscono e mordono fino ad uccidere, come avviene a Frank, il vigilante del condominio, che in combutta col proprietario Briggs stava mettendo topi negli appartamenti e nella lavanderia per allontanare gli inquilini e dare così il via alla costruzione di un centro commerciale. Briggs, non riuscendo più a comunicare con Frank, si reca col figliastro Josh, che ha conosciuto Annie in vacanza, sul posto, e si mette a sabotare telefoni e impianto elettrico nel palazzo, per gettare nel panico i residenti, e spingerli ulteriormente verso l’abbandono dello stabile. Ma costoro sono già alle prese coi mostriciattoli, che attaccano e divorano Briggs; poi i Critters feriscono Clifford e Josh con gli aculei, mentre Annie riesce a respingerli. Rifugiatisi in soffitta e poi sul tetto, i superstiti cercano di difendersi. Marcia, una telefonista, tenta, camminando sui fili esterni, di raggiungere il suolo, ma precipitae rimane in bilico a testa in giù. Pur capovolta, tenta, dondolandosi, di raggiungere una cabina telefonica, mentre arriva, in aiuto agli altri, Charlie. Infine Marcia riesce a chiamare i soccorsi, anche se il palazzo è in fiamme. Mentre i giornalisti interrogano i superstiti, Charlie scopre due uova di Critter scampate all’incendio: un messaggio della Confederazione Galattica lo avvisa che sono gli ultimi esemplari della specie e quindi andranno salvati e portati nello spazio in un apposito contenitore.

Valutazione Pastorale

il finale non lascia dubbi: contiene l’esplicito annuncio che ci sarà un Critters 4. Questo, girato da mano femminile, che si rivela in certi dettagli psicologici, incentrati soprattutto nel rapporto difficile, e poi risolto nel finale, tra l’orfanella Annie ed il padre, non fa che ricalcare pedissequamente lo stantìo repertorio di trovate ed effetti speciali del genere. Dal punto di vista pastorale non mancano note positive, come il rapporto citato tra padre e figli che si risolve per il meglio e la punizione “extraterrestre” dei malvagi. La regista immette spesso notazioni comiche e grottesche per allentare la tensione del thriller, ma purtroppo ne risulta una storia priva di qualsiasi invenzione originale.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film