CRUEL INTENTIONS Prima regola: non innamorarsi

Valutazione
Inaccettabile, negativo
Tematica
Giovani, Letteratura, Politica-Società, Sessualità
Genere
Drammatico
Regia
Roger Kumble
Durata
95'
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Cruel intentions
Distribuzione
Cecchi Gori Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Roger Kumble ispirato a "Les liaisons dangereuses" di Choderlos De Laclos
Musiche
John Freeman
Montaggio
Edward

Orig.: Stati Uniti (1999) - Sogg.: ispirato a "Les liaisons dangereuses" di Choderlos De Laclos - Scenegg.: Roger Kumble - Fotogr.(panoramica/a colori): Theo Wan de Sande - Mus.: John Freeman - Montagg.: Edward - Dur.: 95' - Produz.: Newmarket Capital, Original film.

Interpreti e ruoli

Sarah Michelle Gellar (Kathryn Merteuil), Ryan Philippe (Sebastian Valmont), Reese Witherspoon (Annette Hargrove), Selma Blair (Cecile), Louise Fletcher, Swoozie Kurtz.

Soggetto

New York, quartiere dell'Upper East Side. Un gruppo di studenti troppo ricchi per pensare solo a studiare cerca di passare la giornata, divertendosi a plagiare le vita di coetanei più deboli, inducendoli ad azioni contro la loro volontà. Individuata l'ingenua Cecile, che tempo prima ha causato la rottura col suo fidanzato, Kathryn mette alla prova il fratellastro Sebastian: la sfida é quella di riuscire ad avere un rapporto con lei entro un arco preciso di tempo. Valmont, che ha fama di grande seduttore, dice che l'impresa é per lui fin troppo facile e che un traguardo più appetibile potrebbe essere rappresentato da Annette, figlia del nuovo preside della scuola e ben nota per il suo rigore morale. Kathryn accetta la scommessa e aggiunge che, se il fratellastro vincerà, lei finalmente gli si concederà. Sebastian comincia il proprio gioco di seduzione, al quale Annette, dopo molte incertezze,sembra disposta a cedere. Succede però che Sebastian si innamora di Annette e a quel punto non sa più come comportarsi. Invidiosa, Katharyne cerca di mettere Sebastian in cattiva luce. Il ragazzo allora scrive una lettera ad Annette, scusandosi e restituendole il diario che lei gli aveva prestato. Per strada, Annette sta per essere investita. Sebastian si getta, la salva ma rimane ucciso. Il diario di Annette esce come libro. Le colpe di Katharyne appaiono in tutta la loro evidenza.

Valutazione Pastorale

In lontananza, molto in lontananza c'é, ad ispirare la storia, "Le relazioni pericolose", il famoso romanzo scritto nel 1782 da Choderlos De Laclos e già più volte portato su grande schermo. Questa di oggi dovrebbe essere una sorta di versione moderna, ambientata nella ricca, annoiata e un po' perversa generazione dei giovani bene di New York. L'operazione é provocatoria, sbagliata e sostanzialmente inutile. Del romanzo manca il sottile filo narrativo, arguto e incisivo, manca il senso di dolore che aleggia su quel cattivo divertimento. Rimangono grettezza e volgarità in un contesto scadente dove si muovono solo ricerca della perversione, derisione continua, e il solleticare la morbosità dello spettatore. Un'operazione quindi mirata per portare squilibri e creare false illusioni. Dal punto di vista pastorale, il film é da ritenere inaccettabile e del tutto negativo. UTILIZZAZIONE: non si vedono possibili utilizzazioni della pellicola né in programmazione ordinaria né in altre circostanze.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film