DALLA VITA IN POI

Valutazione
Consigliabile, superficialità
Tematica
Carcere, Handicap, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Gianfrancesco Lazotti
Durata
85'
Anno di uscita
2010
Nazionalità
Italia
Distribuzione
01 Distribution
Musiche
Pietro Freddi
Montaggio
Federico Aguzzi, Andrea Bonanni, Francesca Masini

Orig.: Italia (2010) - Sogg. e scenegg.: Gianfrancesco Lazotti - Fotogr.(Panoramica/a colori): Alessandro Pesci - Mus.: Pietro Freddi (canzoni "Il passo silenzioso della neve" e "Voglio quello che sento" sono cantate da Valentina Giovagnini) - Montagg.: Federico Aguzzi, Andrea Bonanni, Francesca Masini - Dur.: 85' - Produz.: Pierpaolo Paoluzi per Rosa Film in collaborazione con RAI Cinema e Facciapiatta.

Interpreti e ruoli

Cristiana Capotondi (Katia), Filippo Nigro (Danilo), Nicoletta Romanoff (Rosalba), Carlo Buccirosso (direttore del carcere), Gianni Cinelli (assistente Vitale), Pino Insegno (sovrintendente Ciarnò), Carlo Giuseppe Gabardini (assistente sociale), Arcangelo Iannace . (don Paolino)

Soggetto

Per tanto tempo Katia, giovane disabile, ha scritto lettere d'amore a Danilo, omicida con 30 anni di carcere da scontare, per conto dell'amica Rosalba, non molto letterata. Finita quella storia, Katia va a conoscere Danilo, e a sua volta se ne innamora. La loro relazione va avanti tra mille difficoltà.

Valutazione Pastorale

Ovviamente, i temi importanti sarebbero molti: l'handicap, il carcere, una storia d'amore difficile, il matrimonio, le lettere da scrivere, l'amicizia. Sarebbero, perché poi il copione mette tutto in campo ma non approfondisce alcunché, preferendo la strada del comico, tra ironia e caricatura. Un simpatica favoletta dunque e ben poco di più. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come consigliabile e segnato da superficialità.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo presente quanto detto sopra circa i modesti esiti dell'operazione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film