DESPERADO

Valutazione
Inaccettabile, Truculento
Tematica
Genere
Avventuroso
Regia
Robert Rodriguez
Durata
106'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
DESPERADO
Distribuzione
Columbia Tristar film Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Robert Rodriguez
Musiche
Los Lobos
Montaggio
Robert Rodriguez

Sogg. e Scenegg.: Robert Rodriguez - Fotogr.: (normale / a colori) Guillermo Navarro - Mus.: Los Lobos - Montagg.: Robert Rodriguez - Dur.: 106' - Produz.: Bill Borden VIETATO AI MINORI DEGLI ANNI QUATTORDICI

Interpreti e ruoli

Antonio Banderas (El Mariachi), Joaquim De Almeida (Bucho), Salma Hayek (Carolina), Steve Buscemi, Carlos Gomez, Cheech Marin, Quentin Tarantino, Tito Larriva, Angel Aviles, Danny Trejo ., David Alvara -do, Gerardo Moscoso, Elizabeth Rodriguez, Abraham Verduzco, Carlos Gal -lardo

Soggetto

In una piccola città messicana si trova Bucho, trafficante di droga, insieme ai suoi fidi. Sulle sue tracce si è messo da tempo "El Mariachi", ex chitarrista e tipo bizzarro e spericolato, che gira in questa cittadina dalla pol -vere rossastra con il suo strumento: nella custodia, però, ci sono anche pisto -le, proiettili e perfino un piccolo missile. Il malvagio Bucho esercita pressio -ni su molti abitanti, che ha reso succubi della droga, e tra di essi vi è la bella Carolina, la cui libreria è un comodissimo nascondiglio. "El Mariachi" fre -quenta bar e locali, un po' suonando e molto più sparando contro i cattivi, una volta individuato il narcotrafficante. Egli vuole vendicarsi e le sparatorie si susseguono: fa il bravaccio, nessuno sa qualcosa di lui, ora è innamorato e alleato di Carolina, ma alle sue spalle c'è una storia misteriosa, dura e dolo -rosa. Infatti Bucho gli ha ucciso la donna amata e adesso vuole eliminare anche Carolina. Sarà invece lo spavaldo "El Mariachi" a uccidere l'avversa -rio. Partito poi da solo e a piedi con la fida chitarra la sua unica ricchezza di ex musicante, diventato un bravaccio girovago il giovane viene subito raggiunto da Carolina in jeep e la coppia si allontana verso un avvenire d'amo -re, senza più rivoltelle micidiali.

Valutazione Pastorale

Il precedente film El Mariachi ebbe un meritato successo nel 1992, ma quello era un film di tutt'altro registro: più spiritoso, un po' "naïf", senz'altro più divertente e meno fracassone. Qui manca invece l'humor, anche se nel direttore, soggettista e produttore Robert Rodriguez è evidente l'intento parodistico nell'aggrapparsi al modello di un western in terra messicana. Il clima è quello, tra bravate e un vero spreco di proiettili, più i rancori del tempo passato, l'arsura di una vendetta fatta con le proprie mani (ma con armi moderne: perfino un missile), oltre all'ausilio di attori alla moda (la brunetta Salma Hayek, messicana anche lei ed il bello di turno, Antonio Banderas, che pare divertirsi assai nel fare meno il sensuale in stile Almodòvar che il pistolero sbruffone). Francamente il divertimento è scarso: sarebbe una catastrofica minaccia che le avventure di "El Mariachi" degene -rassero in serial. Per qualche situazione e per l'incredibile numero di ucci -sioni il film deve essere valutato come inaccettabile.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film