DIAMANTE NERO

Valutazione
Consigliabile, Problematico, dibattiti
Tematica
Adolescenza, Donna, Famiglia - genitori figli, Lavoro
Genere
Drammatico
Regia
Céline Sciamma
Durata
112'
Anno di uscita
2015
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
Bande de Filles
Distribuzione
Teodora Film
Musiche
Para One
Montaggio
Julien Lacheray

Orig.: Francia (2015) - Sogg. e scenegg.: Céline Sciamma - Fotogr.(Panoramica/a colori): Crystel Baras - Mus.: Para One - Montagg.: Julien Lacheray - Dur.: 112' - Produz.: Benedict Couvreur per Hold Up Films e Lilies Films.

Interpreti e ruoli

Karidja Touré (Marieme/Vic), Assa Sylla (Lady), Lindsay Karamoh (Adiatou), Marietou Touré (Fily), Idrissa Diabate (Ismael), Simina Soumare (Bébé), Cyril Mendy (Djibril), Djibril Gueye . (Abou)

Soggetto

Alla periferia di Parigi la sedicenne Marienne, oppressa da una difficile situazione familiare e emarginata a scuola, si unisce ad un gruppo di tre coetanee. Insieme trovano il coraggio per costruire una vita quotidiana nella quale cercano di far prevalere il proprio spirito libero: nei confronti della famiglia, dei coetanei, del territorio...

Valutazione Pastorale

Nata nel 1978, affermatasi con il molto elogiato "Tomboy" 2011, Celine Sciamma precisa che: " 'Diamante nero' non è un film su una minoranza etnica della banlieue ma un ritratto intimo, una classica storia di formazione(...) Rispetto a certo realismo sociale, qui si usa un approccio narrativo più originale e ricco di speranza". Si tratta di una indicazione molto opportuna, perché lo sviluppo narrativo è affidato ad sovrapposizione crescente di stili e di approcci, ad un progressivo caricarsi della materia raccontata: si va da certo umorismo cinico al dramma affettivo al musical citazionista. Quelle di Marieme e delle sue amiche diventano (dis)avventure che scavano all'interno di una identità femminile confusa e disorientata. Sciamma donna le segue con calore e partecipazione; Sciamma regista è attenta a costruire uno sguardo intenso e lacerato, discontinuo e frammentario, spesso autentico, talvolta con qualche esagerata libertà di invenzione. Il racconto resta coinvolgente e il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile, problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e in successive occasioni per avviare riflessioni sui temi attuali e pressanti che propone. Qualche attenzione è da tenere per i minori in vista di passaggi televisivi, su dvd e su altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film