DONNIE DARKO

Valutazione
Accettabile, Complesso, dibattiti
Tematica
Famiglia, Metafore del nostro tempo, Psicologia
Genere
Metafora
Regia
Richard Kelly
Durata
113'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Donnie Darko
Distribuzione
Moviemax
Musiche
Michael Andrews
Montaggio
Sam Bauer, Eric Strand

Orig.: Stati Uniti (2001) - Sogg. e scenegg.: Richard Kelly - Fotogr.(Scope/a colori): Steven Poster - Mus.: Michael Andrews - Montagg.: Sam Bauer, Eric Strand - Dur.: 113' - Produz.: Sean McKittrick, Nancy Juvonen, Adam Fields.

Interpreti e ruoli

Jake Gyllenhaal (Donnie Darko), Jena Malone (Gretchen Ross), Drew Barrymore (Karen Pomeroy), James Duval (Frank), Beth Grant (Kitty Farmer), Maggie Gyllenhaall (Elizabeth Darko), Mary McDonnell (Rose Darko), Holmes Osborne (Eddie Darko), Katharine Ross (Lilian Thurman), Patrick Swayze (Jim Cunningham)

Soggetto

2 ottobre 1988: mentre le elezioni presidenziali si avvicinano e Dukakis e Bush sono impegnati nella campagna elettorale, il giovane Donnie Darko ha appena finito di cenare con la propria famiglia. All'improvviso fuori il motore di un aeroplano precipita dal cielo, schiantandosi sulla casa dei Darko e distruggendo la stanza di Donnie. In seguito a questo strano incidente Donnie, aiutato da un testo intitolato "La filosofia dei viaggi nel tempo", scopre di avere la possibilità di dipanare i fili che tengono assieme l'universo. Nel frattempo ingerisce pillole antipsicosi, soffre di allucinazioni e riceve la visita di Frank, una presenza soprannaturale che gli lancia un avvertimento: il mondo finirà tra 28 giorni. Una serie di eventi non del tutto logici accompagna Donnie, la sua famiglia e i suoi amici fino al 29 ottobre, un giorno alla fine. Gretchen, la ragazza di cui è innamorato, viene uccisa. Ed ecco che tutto torna inditero al 2 ottobre. Donnie é morto nella cadura rovinosa del Boeing sulla sua stanza.

Valutazione Pastorale

L'esordiente regista Richard Kelly ha realizzato "Donnie Darko" nel 2001, in seguito distribuito nelle sale in modo poco organico e saltuario. Tuttavia il successo che otteneva in proiezioni effettuate dopo la mezzanotte ha indotto autore e produttore a progettare una sorta di 'seconda edizione', una versione più lunga, che è questa uscita nel 2004, presentata anche alla Mostra di Venezia nel settembre dello stesso anno. Chi é dunque Donnie Darko? Un eroe adolescente, desideroso di vedere le cose sotto una luce diversa, di acquisire conoscenze metafisiche con le quali avverte l'esistenza di un dialogo migliore di quello negato nella vita quotidiana. Donnie quindi vive sospeso tra apparenza e realtà in un gioco di specchi nel quale alcuni suoi gesti violenti servono a smascherare il male e l'ipocrisia striscianti. Sullo sfondo di una efficace ricostruzione della provincia americana alla fine degli anni Ottanta, si dipana quindi una vicenda tanto realistica negli 'oggetti' quanto allegorica negli avvenimenti. Forse si tratta del diario di tante attese non corrisposte, forse di un reperto di illusioni dimenticate, forse di una semplice favola sulla difficoltà di conciliare desideri e speranze, il tempo presente e quello nascosto dentro di noi. Racconto frammentario, passaggi affascinanti ma non sempre chiari per un film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile, senz'altro complesso e adatto per dibattiti. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, con attenzione per la presenza di minori. Da recuperare come esempio di cinema americano indipendente, con storia e realizzazione al di fuori degli abituali standard commerciali.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film