DRAG ME TO HELL

Valutazione
Futile, violento
Tematica
Giallo - Triller
Genere
Horror
Regia
Sam Raimi
Durata
99'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Drag Me to Hell
Distribuzione
Key Films
Musiche
Christopher Young
Montaggio
Bob Murawski

Orig.: Stati Uniti (2009) - Sogg. e scenegg.: Sam Raimi & Ivan Raimi - Fotogr.(Scope/a colori): Peter Deming - Mus.: Christopher Young - Montagg.: Bob Murawski - Dur.: 99' - Produz.: Grant Curtis, Sam Raimi, Robert G. Tapert.

Interpreti e ruoli

Alison Lohman (Christine Brown), Justin Long (Clay Dalton), Lorna Raver (sig.ra Ganush), David Paymer (Jacks), Dileep Rao (Rham Jas), Adriana Barraza (Shaun), Reggie Lee (Stu), Bojana Novakovic (Ilenka)

Soggetto

Una mattina Christine, ambiziosa funzionaria di banca, nega all'anziana e malandata signora Ganush la proroga del prestito per il mutuo casa. Da quel momento la vita della ragazza comincia ad essere sconvolta dalla presenza di oscure forze del male, come una maledizione che ricade su di lei per il gesto compiuto.

Valutazione Pastorale

Poteva essere un racconto con valenze metaforiche sul cinismo e la mancanza di solidarietà di certi funzionari bancari. Invece ben presto gli effetti horror prevalgono e il glorioso Raimi ne cade inesorabilmente vittima. Il gusto della truculenza fine a se stessa gli prende la mano, e tutto il racconto resta impanato nei toni efferati. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come futile e in prevalenza violento. UTILIZZAZIONE: il film può anche essere trascurato nella programmazione ordinaria, e proposto eventualmente in rassegne dedicate a Sam Raimi. Molta attenzione é da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film