E SE VIVESSIMO TUTTI INSIEME ?

Valutazione
Consigliabile, Problematico, Adatto per dibattiti
Tematica
Amicizia, Anziani, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Stéphane Robelin
Durata
96'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Francia, Germania
Titolo Originale
Et si on vivait tous ensemble?
Distribuzione
Parthenos
Musiche
Jean Phillippe Verdin
Montaggio
Patrick Wilfert

Orig.: Francia/Germania (2011) - Sogg. e scenegg.: Stéphane Robelin - Fotogr.(Panoramica/a colori): Dominique Colin - Mus.: Jean Phillippe Verdin - Montagg.: Patrick Wilfert - Dur.: 96' - Produz.: Christophe Bruncher, Philippe Gompel, Aurelia Grossmann.

Interpreti e ruoli

Guy Bedos (Jean), Geraldin Chaplin (Annie), Jane Fonda (Jeanne), Claude Rich (Claude), Pierre Richard (Albert), Daniel Bruhl (Dirk), Bernard Malaka (Bernard), Camino Texeira (Maria), Gwendoline Hamon (Sabine), Gustave Kervern (venditore delle pompe funebri)

Soggetto

Due coppie (Annie e Jean; Jeanne e Albert) e il single Claude, amici di lunga data, si ritrovano per il 75mo compleanno di uno di loro. Parlando di difficoltà personali, di inquietudini e incertezze, viene fuori quasi per caso l'idea di scegliere una casa sola (quella di Jeanne e Albert) per vivere tutti insieme. Con loro viene accolto Dirk, studente di etnologia impegnato in uno studio sulla terza età...

Valutazione Pastorale

Superata la barriera della diffidenza e del pudore, il tema della terza età entra con sempre maggiore frequenza nel cinema contemporaneo. Si parla dei 70 e degli 80 anni (e oltre) per confermare che sono l'età di acciacchi, impedimenti, diminuzione di capacità personali ma insieme della capacità di godere, mettere a frutto e trasmettere conoscenze, esperienze, stili di vita. In una cornice bella, misurata, da definire "alto borghese", nasce un affresco di piccole impressioni e di grandi speranze, veicolato con emozione e verità (è giusto dirlo) grazie alla presenza di un gruppo do attori/attrici dalla lunga carriera: icone di un cinema d'altri tempi e specchio dalla possibilità del cinema stesso di riflettere desideri, bisogni, speranze di ogni fascia della vita umana. Un bel ritratto collettivo tra pittura e fotografia per un film che, dal punto di vists pastorale, è da valutare come consigliabile, problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in successive occasioni come proposta di buon livello per avviare riflessioni sul tema della terza età (anche insieme ad atri titoli recenti sullo stesso argomento). Qualche attenzione per minori r piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film