FAST FOOD NATION

Valutazione
Accettabile, Problematico
Tematica
Avidità, Cibo, Denaro, Lavoro, Povertà-Emarginazione
Genere
Drammatico
Regia
Richard Linklater
Durata
116'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
DNC
Soggetto e Sceneggiatura
Richard Linklater, Eric Schlosser tratto dal libro omonimo di Eric Schlosser
Musiche
Friends of Dean Martinez
Montaggio
Sandra Adair

Orig.: Stati Uniti (2006) - Sogg.: tratto dal libro omonimo di Eric Schlosser - Scenegg.: Richard Linklater, Eric Schlosser - Fotogr.(Normale/a colori): Lee Daniel - Mus.: Friends of Dean Martinez - Montagg.: Sandra Adair - Dur.: 116' - Produz.: Jeremy Thomas, Malcolm Mc Laren.

Interpreti e ruoli

Greg Kinnear (Don Anderson), Patricia Arquette (Cindy), Bobby Cannavale (Mike), Paul Dano (Brian), Catalina Sandino Moreno (Sylvia), Luis Guzman (Benny), Ethan Hawke (Pete), Ashley Johnson (Amber), Kris Kristofferson (Rudy Martin), Avril Lavigne (Alice), Esai Morales (Tony), Lou Taylor Pucci (Paco), Wilmer Valderrama (Raul), Bruce Willis (Harry Rydell), Ana Claudia Talancon (Coco)

Soggetto

Avuta la segnalazione che una partita di carne di manzo è avariata, Don Anderson, manager della catena di fast food Mickey's, decide di andare di persone nel sud della California per individuare i responsabili. Così verifica di persona l'esistenza di due enormi problemi: la superficialità nella scelta dei materiali (la carne, appunto, ma anche altri tipi di offerte), le condizioni estremamente precarie nelle quali vivono gli addetti ai lavori, in gran parte immigrati clandestini assunti in nero. Don torna alla sede centrale con maggiore consapevolezza ma senza essere stato capace di risolvere le due situazioni.

Valutazione Pastorale

Ispirato ad un libro diventato un best seller, il copione ritrae, nella forma della finzione, una realtà amara e certamente autentica. La necessità di produrre in tempi sempre più rapidi ha innescato faciloneria nella confezione dei prodotti e totale assenza di umanità nel rapporto con i lavoratori. Sono argomenti seri, che il racconto denuncia e sui quali è necessaria una approfondita riflessione. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile, e certamente problematico.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e ripreso in contesti più mirati per parlare in modo ampio degli argomenti solleva e sui quali richiede una forte attenzione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film