FAST & FURIOUS 6

Valutazione
Futile, Semplice
Tematica
Amicizia, Famiglia, Terrorismo
Genere
Azione
Regia
Justin Lin
Durata
130'
Anno di uscita
2013
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Fast and Furious 6
Distribuzione
Universal Pictures International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Chris Morgan basato sui personaggi creati da Gary Scott Thompson
Musiche
Lucas Vidal
Montaggio
Christian Wagner, Kelly Matsumoto

Orig.: Stati Uniti (2013) - Sogg.: basato sui personaggi creati da Gary Scott Thompson - Scenegg.: Chris Morgan - Fotogr.(Scope/a colori9: Stephen F. Windon - Mus.: Lucas Vidal - Montagg.: Christian Wagner, Kelly Matsumoto - Dur.: 130' - Produz.: Neal H. Moritz, Vin Diesel, Clayton Townsend.

Interpreti e ruoli

Vin Diesel (Dominic Toretto), Paul Walker (Brian O'Conner), Dwayne Johnson (agente Luke Hobbs), Michelle Rodriguez (Letty Ortiz), Jordana Brewster (Mia Toretto), Tyrese Gibson (Roman Pearce), Ludacris (Tej Parker), Sung Kang (Han Lue), Gal Gadot (Gisele Harabo), Luke Evans (Owen Shaw), Gina Carano (Riley), Elsa Pataky. (Elena Neves)

Soggetto

La rapina a Rio de Janeiro è ormai alle spalle. Dominik Torretto e i suoi amici sono sparsi per il mondo. Alcuni sono ricercati e devono stare lontani dalla polizia. L'agente Luke Hobbs è sulle tracce di una potente organizzazione di piloti mercenari e, per fermarla, chiede alla squadra guidata da Dom di rimettersi in gioco. Tutti accettano e da quel momento prende il via una serie di avventure giocate su velocità, brivido, rischio estremo. Però coronata da lieto fine.

Valutazione Pastorale

Sembra incredibile che si sia arrivati al numero 6. Nel frattempo, il rapporto tra fatti narrati e azione (che nei primi episodi era di 80 a 20) si è ormai del tutto rovesciato. C'è ben poco da raccontare, e le oltre due ore sono riempite con inseguimenti, rombo di motori, colluttazioni più o meno cattive, e, soprattutto, con una gestualità e un dialogo del tutto autoreferenziali: sguardi torvi, muscoli tesi, ragazze palestrate, dialoghi incentrati su frasi scolpite nell'acciaio, ultimative e indimenticabili. Per il resto, nulla. Ma proprio nulla. Dal punto divista pastorale, il film è da valutare come futile e nell'insieme di insipida semplicità narrativa.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo presente quanto detto dopra su limiti e pochezza espressiva.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film