FLASH OF GENIUS

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Famiglia, Giustizia, Potere, Storia
Genere
Drammatico
Regia
Marc Abraham
Durata
119'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
Universal Pictures International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Philip Railsback tratto da un articolo scritto nel 1993 da John Searbrook per il quotidiano "The New Yorker"
Musiche
Aaron Zigman
Montaggio
Jill Savitt

Orig.: Stati Uniti (2008) - Sogg.: tratto da un articolo scritto nel 1993 da John Searbrook per il quotidiano "The New Yorker" - Scenegg.: Philip Railsback - Fotogr.(Scope/a colori): Dante Spinotti - Mus.: Aaron Zigman - Montagg.: Jill Savitt - Dur.: 119' - Produz.: Gary Barber, Roger Birnbaum, Michael Lieber.

Interpreti e ruoli

Greg Kinnear (Robert Kearns), Lauren Graham (Phyllis Kearns), Dermot Mulroney (Gil Privick), Alan Alda (Gregory Lawson), London Angelis (Wade Previck), Jale Abel (Dennis Kearns), Aaron Abrams (Ian Miellor), Daniel Roebuck (Frank Sertin)

Soggetto

A Detroit negli anni Sessanta Robert Kearns, professore universitario e inventore nel tempo libero, si accorge che una sua creazione, il tergicristallo a varie velocità, é stata adottata da una importante casa automobilistica. Ritenendosi defraudato dei propri diritti, intraprende una battaglia legale che sembra avere poche possibilità di successo. Gli viene offerta una grossa somma quale risarcimento, ma Robert rifiuta. A questo punto la moglie lo lascia. Solo dopo qualche anno i cinque figli ricominciano ad avvicinarsi a luie ad appoggiare la sua lotta. In tribunale Robert si difende da solo, e la sua caparbietà nel chiedere di essere riconosciuto l'inventore di quello strumento, viene infine riconosciuta dalla giuria.

Valutazione Pastorale

I fatti sono autentici, e il copione ne opera una ricostruzione secca e asciutta, che mette bene in risalto quella filosofia dell' "individuo" che é alla base di gran parte della vita civile americana. Robert combatte da solo una battaglia di affermazione dei principi, che vale per se stesso ma che poi si estende a tutta la Nazione. Il racconto è scorrevole, ben scandito sullo sfondo di decenni cruciali per la vita statunitense, e il difficile confine tra pubblico e privato é osservato con misurata attenzione. Ci sono dunque spunti interessanti in questo film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da proporre come esempio di prodotto ben realizzato nell'ambito del rapporto cinema/storia.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film