FOLLOWING

Valutazione
Inaccettabile, amorale
Tematica
Male
Genere
Giallo
Regia
Christopher Nolan
Durata
70'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Gran Bretagna
Titolo Originale
Following
Distribuzione
Mikado Film
Musiche
David Julyan
Montaggio
Gareth Heal, Christopher Nolan

Orig.: Gran Bretagna (1999) - Sogg. e scenegg.: Christopher Nolan - Fotogr.(Normale/B&N): Christopher Nolan - Mus.: David Julyan - Montagg.: Gareth Heal, Christopher Nolan - Dur.: 70' - Produz.: Emma Thomas, Jeremy Theobald, Christopher Nolan.

Interpreti e ruoli

Jeremy Theobald (Bill), Alex Haw ( il giovane uomo), Lucy Russell (Cobb), John Nolan . (la bionda), (il poliziotto)

Soggetto

A Londra Bill ricorda in flashback. Da aspirante scrittore e disoccupato, ecco Bill cercare di mettere in partica le regole per seguire le persone. Bill le pedina e cerca di entrare nelle loro vite e, intanto, nelle loro case. Un giorno uno dei pedinati, un certo Cobb, lo ferma e gli chiede spiegazioni. I due allora si mettono insieme, entrano negli appartamenti vuoti e cercano di capire chi ci abita. Vanno in casa di una ragazza bionda. In un ristorante una donna li riconosce, loro vanno via, e Bill cambia spetto. Cobb in realtà era d'accordo con la donna. Bill poi va a trovare la ragazza bionda per dirle che sta scrivendo un libro sui ladri. Quando Bill va a riprendere le foto di lei, e i soldi, si ritrova incastrato: per aver voluto aiutare un amico,ora é accusato del delitto di una vecchia. Fine del flashback. In realtà pare che la vecchia uccisa non esista, e nemmeno Cobb. Quest'ultimo però di nascosto uccide la bionda. Ora Bill è accusato di tutti gli omicidi avvenuti, anche di quello della bionda.

Valutazione Pastorale

Girato in B&N, con mezzi ridotti e un tono 'sperimentale', il film poteva aspirare ad occupare un posto di originalità nell'ambito del 'giallo thriller' di ambientazione europea. Nolan lavora molto sulla costruzione dell'immagine, sul linguaggio come ricerca formale ed espressiva. Il fatto è che le idee ben presto latitano, e tutto diventa pretestuoso perché privo di motivazioni precise. Al di la dunque di una certa capacità di fare cinema a basso costo, il film mette in campo una storiella, un po' realistica un po' onirica, che si frantuma e si consuma dentro comportamenti ed esperienze improntati al cinismo e alla indifferenza. I gesti criminlai sono visti come 'normali' e non traspare una sia pur minima presa di distanza critica. Cercando quindi solo di catturare in modo artificioso l'attenzione dei cinefili, il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come inaccettabile, e nell'insieme amorale. UTILIZZAZIONE: l'utilizzazione é da evitare sia in programmazione ordinaria sia in altre circostanze. Attenzione per i minori in occasione di passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film