GEORGE RE DELLA GIUNGLA…?

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Fantastico
Regia
Sam Weisman
Durata
92'
Anno di uscita
1997
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
GEORGE OF THE JUNGLE
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Dana Olsen, Andrey Wells Dana Olsen ispirato ai personaggi creati da Jay Ward
Musiche
Marc Shaiman
Montaggio
Stuart Pappè, Roger Bondelli

Sogg.: Dana Olsen ispirato ai personaggi creati da Jay Ward - Scenegg.: Dana Olsen, Andrey Wells -Fotogr.: (Panoramica/a colori) Thomas Ackerman - Mus.: Marc Shaiman -Montagg.: Stuart Pappè, Roger Bondelli - Dur.: 92' - Produz.: David Hoberman, Jordan Kerner, Jon Avnet

Interpreti e ruoli

Brendan Fraser (George), Leslie Mann (Ursula), Thomas Haden Church (Lyle), Richard Roundtree (Kwame), Greg Cruttwell (Max), Abraham Benrubi (Thor), Holland Taylor (Beatrice), Kelly Miller (Betsy), John Bennet Perry . (Arthur)

Soggetto

George è sempre vissuto nella giungla finché, attratto dall’amore per Ursula, affascinante donna in carriera, ha passato un periodo a San Fran-cisco. Ma adesso la giungla lo chiama di nuovo. Un gruppo di bracconieri senza scrupoli rappresenta un grosso pericolo e bisogna organizzare la dife-sa. George ritorna e ritrova i suoi fedeli amici, la saggia scimmia Scipione, l’uccello Tookie Tookie, l’elefante Shep. Intanto Ursula deve vedersela con i genitori che non vedono di buon occhio questo strano legame ma, dopo qual-che discussione, parte a sua volta per la giungla. Qui i pericoli si susseguono uno dopo l’altro e molti approfittano della ingenuità di George per cercare di ridicolizzarlo agli occhi di Ursula. Dopo una serie interminabile di scontri, agguati, corse, inseguimenti, la volontà e il coraggio di George hanno il meritato premio. Egli riesce a riconquistare il posto che gli spetta di Re della giungla e Ursula è al suo fianco.

Valutazione Pastorale

il film è ispirato all’eroe dell’omonimo cartone ani-mato che negli anni Sessanta ebbe grande successo. Oggi viene riproposto, per cosi dire “in carne ed ossa” in una versione cinematografica che vuole mettere insieme comicità, effetti speciali, satira sociale e avventura. Il mon-do fittizio di George viene ricreato in modo il più realistico possibile, con esterni girati nella foresta tropicale delle Hawai. Il risultato è quello di una storia nell’insieme simpatica e divertente, non sempre irresistibile ma comunque piacevole da seguire. Dal punto di vista pastorale, il film si pro-pone con toni sostanzialmente positivi e con una forma scorrevole e sempli-ce. Utilizzazione: il film è da utilizzare soprattutto in proiezioni pomeridiane per ragazzi, anche per quelle piccole ma significative notazioni di costume qua e là presentate, che possono servire ad aprire un dialogo finale tra i pic-coli spettatori.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film