HOCUS POCUS

Valutazione
Incosistente, banalità
Tematica
Genere
Fantastico
Regia
Kenny Ortega
Durata
100'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
HOCUS POCUS
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Mick Garris, Neil Cuthbert David Kirschner, Mick Garris
Musiche
John Debney
Montaggio
Peter E. Berger

Sogg.: David Kirschner, Mick Garris - Scenegg.: Mick Garris, Neil Cuthbert - Fotogr.(panoramica/a colori): Hiro Narita - Mus.: John Debney - Montagg.: Peter E. Berger - Dur.: 100' - Produz.: David Kirschner, Steven Haft.

Interpreti e ruoli

Bette Midler (Winifred Sanderson), Sarah Jessica Parker (Sarah Sanderson), Kathy Najimy (Mary Sanderson), Omri Katz (Max Dennison), Thora Birch (Dani Dennison), Vinessa Shaw (Allison), Stephanie Faracy (Jenny), Charlie Rocket, Doug Jones, Sean Murray, Kathleen Freeman

Soggetto

A Salem nel '600, le tre sorelle Sanderson -Winifred la più efficente, Sarah la più frivola e Mary la ciccionaattirano i bambini a casa loro e, in virtù di una pozione, ne aspirano l'energia vitale, che deve essere quella di una creatura vergine. Così càpita con la piccola Emily, mentre il fratello, postosi alla sua ricerca notturna nel bosco, viene trasformato in gatto nero. Bandite in quel secolo, le diaboliche Sanderson hanno sempre sperato di ritornare a casa alla vigilia della grande festa infantile di Halloween. Il premio per il ritorno sarà, grazie alla pozione indicata nel grande libro che ancora esiste nella casa, una nuova vittima sacrificale e la eterna giovinezza. Ora accade che, durante la festa, la piccola Dani Dennison visiti il "Museo delle streghe" (appunto quell'alloggio nella foresta) insieme al fratello maggiore Max ed all'amichetta di costui Allison. Il grande libro viene ritrovato e, sebbene un gatto nero fiutando il pericolo, miagoli e si infurii, Max spegne la candela "dalla fiamma nera". Evocate con ciò le streghe, comincia la lotta contro i ragazzi, con strida e raggi misteriosi, ma essi si impossessano del libro magico e si danno alla fuga. Poichè il possesso del libro è per loro essenziale, le streghe partecipano alla festa promossa dagli adulti in occasione di Halloween, scambiate come persone mascherate, scatenandosi in danze. Dani viene catturata e Winifred prepara l'intruglio fatale. Max offre di sacrificarsi per la sorellina, ma il gatto nero fa cadere l'ampolla contenente il liquido e finalmente il sole sorge, addirittura in anticipo (grande evento preannunciato dal ragazzo). Le tre streghe sono sconfitte e con strida si dissolvono; Dani è salva; il gatto nero torna ad essere il Tuckery del '600 e con lui torna alla vita la sorella perita per maleficio.

Valutazione Pastorale

E' un lavoro lambiccato, ripetitivo nelle situazioni e negli avvenimenti, stiracchiato e sgangherato quanto a conduzione, perfino quando sembra alludere a cose serie ma in conclusione è inconsistente ed infarcito di banalità. Non c'è né freschezza di idee e di trovate, né attestazione di valori etici (salvo forse il buon rapporto tra le vittime innocenti dei riti satanici ed i fratelli maggiori, pronti al sacrificio in loro vece). Nel "pentolone delle streghe" (qui ricciutelle e pitturate a dovere per essere "à la page") bolle di tutto: spezzoni e ritagli di rituali già visti mille volte; la tragica storia di Salem; i dolcetti ai bambini in maschera per Halloween; superstizioni; giovinezza eterna.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film