IL MONDO DEI REPLICANTI

Valutazione
Consigliabile, Problematico
Tematica
Fantascienza, Libertà
Genere
Fantascienza
Regia
Jonathan Mostow
Durata
95'
Anno di uscita
2010
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Surrogates
Distribuzione
Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
Soggetto e Sceneggiatura
John Brancato & Michael Ferris basato sulla graphic novel omonima realizzata da Robert Venditti e Brett Weldele
Musiche
Richard Marvin
Montaggio
Kevin Stitt

Orig.: Stati Uniti (2009) - Sogg.: basato sulla graphic novel omonima realizzata da Robert Venditti e Brett Weldele - Scenegg.: John Brancato & Michael Ferris - Fotogr.(Scope/a colori): Oliver Wood - Mus.: Richard Marvin - Montagg.: Kevin Stitt - Dur.: 95' - Produz.: David Hoberman, Todd Liebermann, Max Handelman.

Interpreti e ruoli

Bruce Willis (detective Greer), Radha Mitchell (agente Peters), Rosamund Pike (Maggie Greer), Boris Kodjoe (detective Stone), James Cromwell (dottor Canter), Ving Rhames (il profeta), Michael Cudlitz (col. Brendon), Valerie Azlynn (Bridget), Michael O'Toole . (Hirosuke)

Soggetto

Siamo negli anni in cui gli esseri umani vivono in società non come loro stessi ma attraverso dei 'surrogati', robot identici che li sostituiscono nella vita di tutti i giorni. Crimine, dolore e paura non esistono più. Quando, all'improvviso, il primo omicidio infrange questo equilibrio, l'agente dell'FBI Greer scopre una cospirazione dietro il fenomeno e decide di abbandonare il suo replicante, per fare luce sul mistero.

Valutazione Pastorale

All'origine c'è il fumetto, molto popolare in USA, della Top Shelf Comix. Bisogna dire che, a metà tra fantasy e fantascienza, il copione si propone in modo gobile e coinvolgente. Dietro all'idea del 'doppio' di noi stessi, emerge una sorta di apologo futurista sull'incapacità di vivere ad una sola dimensione, sull'impossibilità di lasciare che altri conducano l'esistenza al posto nostro. Funzionano gli effetti speciali non invadenti, convince il taglio notturno della regia, che scandisce una cronaca dura e risentita della difficoltà di recuperare l'autenticità dei sentimenti. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile, e insieme problematico.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e in seguito come buon prodotto nell'ambito del genere 'fantascienza'. Attenzione per minori e piccoli é da tenere in vista di passaggi televisivi e di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film