IL PIANETA DEL TESORO

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Adolescenza, Avventura, Film per ragazzi, Letteratura
Genere
Film d'animazione
Regia
John Musker, Ron Clements
Durata
95'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Treasure Planet
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Rob Edwards, Ken Harsha liberamente tratto dal romanzo "L'isola del tesoro" di Robert Louis Stevenson
Musiche
James Newton Howard
Montaggio
Michael Kelly

Orig.: Stati Uniti (2002) - Sogg.: liberamente tratto dal romanzo "L'isola del tesoro" di Robert Louis Stevenson - Scenegg.: Rob Edwards, Ken Harsha - Mus.: James Newton Howard - Montagg.: Michael Kelly - Dur.: 95' - Produz.: Ron Clements, John Musker, Roy Conli.

Soggetto

Il quindicenne Jim Hawkins, rimasto senza padre, decide di lasciare la locanda della mamma Sarah e di partire alla ricerca del tesoro del capitano Flint, del tesoro dei mille mondi. Insieme allo scienziato Doppler, si imbarca sulla nave al comando del capitano Amelia. Durante il viaggio intergalattico, Hawkins conosce e fa amicizia con il cuoco di bordo, il cyborg Silver. Sulla rotta, la nave incrocia la Stella Supernova. Nella tremenda bufera che ne segue, il secondo, il sig Arrow, muore, e viene ricordato come uno spazionauta provetto. Poi Silver si rivela in realtà un pirata con l'obiettivo di prendere il comando della nave e arrivare al tesoro. La palla con la mappa per il punto di arrivo viene smarrita. Ormai incapace di controllare gli sviluppi del percorso, l'equipaggio assiste alla distruzione del pianeta. Jim e gli altri tuttavia fanno in tempo a tornare indietro nella galassia terrestre. Silver, dopo il suo voltafaccia, viene liberato. La nave attracca al porto da dove era partita, e Jim riabbraccia la mamma.

Valutazione Pastorale

Liberamente tratto dal classico e intramontabile romanzo "L'isola del tesoro" di Robert Louis Stevenson, il film è realizzato quasi interamente con il Deep Canvas, una tecnica computerizzata che permette ai personaggi di muoversi in modo realistico in ambienti diversi. Certo la commistione di sfondi ed epoche diversi é il principale tratto narrativo dell'animazione che si apre al Terzo Millennio: passato, presente e futuro si danno la mano per creare uno scenario che si può definire "arcaico-apocalittico-fantascientifico". L'avventura é fatta di sconfinamenti in galassie interplanetarie, di linee di confine con altri mondi, di strumenti in grado di creare e distruggere. Si può dire che sia mantenuta quella voglia di guardare lontano che caratterizza il romanzo: il caleidoscopio di immagini diventa uno stimolo alla fantasia del piccolo spettatore che ora è diretta anche ad altri mondi. In un panorama in cui molte figure sono disegnate come mostri, emerge comunque un percorso di fiducia e di crescita, un richiamo alla responsabilità: anche nel personaggio della mamma di Jim lasciata dal marito, specchio di tante situazioni simili esistenti nella realtà. Film quindi certo ormai lontano dal 'cartone' disneyano tradizionale, ma da apprezzare e, dal punto di vista pastorale, da valutare come accettabile e nell'insieme semplice. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare come spettacolo adatto per ragazzi e adolescenti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film