IL TAGLIAERBE 2 – THE CYBERSPACE

Valutazione
Inaccettabile, Farneticante
Tematica
Nuove tecnologie
Genere
Fantastico
Regia
Farhad Mann
Durata
90'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
THE LAWNMOWER MAN 2: BEYOND THE CYBERSPACE
Distribuzione
Life International
Soggetto e Sceneggiatura
Farhad Mann Farhad Mann, Michael Miner
Musiche
Robert Folk
Montaggio
Peter Berger, Joel Goodman

Sogg.: Farhad Mann, Michael Miner - Scenegg.: Farhad Mann - Fotogr.: (scope / a colori) Ward Russell - Mus.: Robert Folk - Montagg.: Peter Berger, Joel Goodman -Dur.: 90' - Produz.: Edward Simons, Keith Fox

Interpreti e ruoli

Patrick Bergin (Benjamin Trace), Ely Pouget (Cori Platt), Kewin Conway (Jonathan Walker), Matt Frewer (Giobbe), Austin O' Brien (Peter), Camille Cooper, Patrick La Brecque, Sean Parhm, Crystal Celeste Grant

Soggetto

Dopo l'esplosione del laboratorio di ricerca sulla realtà virtuale, lo sperimentatore Giobbe viene ritrovato in fin di vita con il corpo orribilmente sfigurato e senza gambe. Per questo il dottor Cori Platt è incaricata di rico-struire quel corpo straziato. Con la realtà virtuale e i suoi prodigi, Cori rico-struisce anche la mente dell'infelice e questo è necessario a Jonathan Walker, che ambisce ad attivare un computer ultraintelligente (Chiron chip), concepi-to dal talento del dottor Benjamin Trace. Lo scopo è di coordinare e domina-re la intera rete telematica a livello mondiale e con ciò tutti potranno avere accesso ad ogni informazione. Ma Trace si è impaurito: nelle mani di qual-che malvagio, la scoperta può diventare una "bomba" pericolosissima ed egli si ritira dall'impresa, riducendosi a vivere da solo in una baracca in zona deserta. Anni dopo, Walker constata i progressi di Chiron chip. L'unico osta-colo per Giobbe è quello della decodificazione del codice protettivo, il cui nome è "Egitto", che è stato installato da Trace in un circuito importante ma segreto. Per evitare che la realtà virtuale diventi dominio e monopolio di una sola persona, quattro giovani capeggiati da Peter, sprovveduti ma coraggiosi, cercano e ritrovano Trace e lo convincono a ritornare in attività nell'interesse della umanità indifesa. Per Trace si tratta di una sfida ardua: deve scontrarsi con i dubbi insorti a suo tempo nelle proprie ricerche, nonché con la giovane Cori, suo amore degli anni trascorsi, la quale però ora appare pentita. Tutto l'universo della realtà virtuale propone le sue affascinanti seduzioni, che pos-sono anche insidiare e ferire singoli sistemi nervosi. I quattro ragazzi però aiutano validamente Trace e così pure Cori . La lotta è durissima, ma il pro-getto basato sul Chiron chip con il mostruoso, criminale disegno di potere mondiale è destinato a fallire: scoperto "Egitto", una esplosione apocalittica distrugge il laboratorio e con esso quel gelido Chiron, realtà più che reale del Male e dei suoi effetti.

Valutazione Pastorale

Il film non contiene nulla di nuovo e si dipana in maniera rozza e confusionaria giocando su quel binomio della realtà reale e virtuale, che sta diventando una ossessione maniacale quanto a ripetitività. Apprezzabili soltanto taluni effetti, in una marea di banalità e farneticazioni (tra le quali spicca anche qualche vera "perla" del tipo "venite a me, che sono il salvatore") o altre quisquilie del genere delirante.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film