IL TRIANGOLO DELLA PAURA

Valutazione
Accettabile-riserve, Crudezze
Tematica
Genere
Avventuroso
Regia
Anthony M. Dawson
Durata
103'
Anno di uscita
1988
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
IL TRIANGOLO DELLA PAURA
Distribuzione
D.M.V.
Soggetto e Sceneggiatura
Anne Elsholtz, Tito Carpi
Musiche
Walter Baumgartner
Montaggio
Anthony M. Dawson

Sogg. e Scenegg.: Anne Elsholtz, Tito Carpi - Fotogr.: (panoramica/a colori) Peter Baumgartner - Mus.: Walter Baumgartner - Montagg.: Anthony M. Dawson - Dur.: 103' - Produz.: Prestige Film, Roma - Ascot Film, Berlin

Interpreti e ruoli

Lewis Collins (Madson), Lee Van Cleef (Colby), Donald Pleasance (Carlson), Manfred Lehmann, Brett Hasley, Chat Silayan, Romano Puppo, Bobby Rhodes, Antonio Cantanfora, Paul Muller, John Steiner

Soggetto

La DEA Squadra Americana Antinarcotici ha la certezza che un "venduto" si è infiltrato nei suoi quadri. Per identificare il traditore, i responsabili al vertice decidono in gran segreto di aggregare Madson, uno dei loro uomini più ardimentosi e fidati, se pur notoriamente dedito all'alcool, a una spedizione punitiva, organizzata dal losco Mazzarini, per conto di una multinazionale di trafficanti di droga, contro Dong, loro fomitore, che sta diventando sempre più esoso e spietato. Madson, sottopostosi a una plastica facciale che lo rende irriconoscibile, partecipa così alla spedizione, costituita da un branco di feroci mercenari, agli ordini di Colby, e, con l'aiuto di una avvenente ragazza orientale, ardimentosa e accorta, dopo una serie di avventure temerarie, riesce a penetrare con i poco raccomandabili compagni nella roccaforte di Dong e a distruggerla. I protagonisti della micidiale impresa vengono traditi dal Mazzarini, associato al "venduto" della DEA, i quali aspirano ad assumere in proprio il traffico mortale appena sottratto all'implacabile Dong; ma grazie a uno stratagemma ideato da Madson, riescono ad eliminarli.

Valutazione Pastorale

film narrativamente confuso, caotico e privo di regia, messo insieme da Anthony Dawson, con i soliti ingredienti del genere, goffamente scopiazzati da altri analoghi prodotti all'americana, all'insegna del prevedibile e del già visto. La violenza vi campeggia, insistita e gratuita, ancorché grezza e grossolana. Prodotto appena tollerabile ma del tutto inutile.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV