INCUBO FINALE

Valutazione
Inconsistente, crudezze
Tematica
Amicizia, Male
Genere
Horror
Regia
Danny Cannon
Durata
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
I still know what you did last summer
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia

Orig. : Stati Uniti (1998) - Sogg. e scenegg. : Trey Callaway - Fotogr. (Scope/ a colori): Vernon Layton - Mus. : John Fizzell - Montagg. : Peck Prior - Dur. : 96' - Produz. : Neal H.Moritz, Eric Feig, Stokely Chaffin, William S.Beasley.

Interpreti e ruoli

Jennifer Love Hewitt (Julie Jamaes), Freddie Prinze Jr. (Ray Bronson), Brandy (Karla Wilson), Mekhi Phifer (Tyrell), Muse Watson (Ben/pescatore), Bill Cobbs (Estes), Matthew Settle (Will Benson), Jeffrey Combs (signor Brooks), Jennifer Esposito (Nancy), John Hawkes (Dave)

Soggetto

E' passato un anno da quando la giovane Julie é sfuggita ad un brutale assassino che aveva già ucciso i suoi compagni di liceo. Oggi Julia frequenta l'università a Boston ma non riesce a dimenticare quella esperienza. Il rapporto con Ray, il suo ragazzo, é in crisi e gli interrogativi ritornano: lei e Ray hanno davvero ucciso Willis. Karla, compagna di stanza di Julie, vince un viaggio alle Bahamas per quattro persone nel fine settimana del 4 luglio. Julie viene invitata a partecipare alla vacanza insieme a Tyrell e Will, che sostituisce Ray, che non ha voluto muoversi da casa. Willvorrebbe consolare Julie ma lei non si fida più di nessuno. All'arrivo in albergo, tutti gli altri ospiti in realtà stanno partendo. Il direttore informa che é appena iniziata la stagione degli uragani. I quattro ragazzi cercano di rilassarsi con il karaoke e con altri giochi d'acqua, ma il divertimento ha breve durata. Gli incubi di un anno prima tornano a materializzarsi attraverso i compagni di vacanza di Julie. La ragazza si sente ancora una volta il bersaglio di una vendetta non consumata e difendersi stavolta appare difficilissimo.Uno dopo l'altro i presenti nell'albergo vengono brutalmente eliminati. Karla scompare, e Julie sembra essere rimasta sola, quando l'amica inaspettatamente riappare. Con lei c'é anche Ray. Ora Julie e Ray vanno a casa insieme. Tutto sembra passato, ma, mentre Ray é in bagno, Julie sente dei rumori. Da sotto il letto altre inquietanti presenze si annunciano.

Valutazione Pastorale

Si tratta del seguito del film "So cosa hai fatto", di cui riprende la protagonista e alcuni personaggi. Non c'è dubbio che siamo all'interno del genere 'horror', ma con scarsissime qualità e ben poca capacità di creare paura. I tempi del racconto sono troppo dilatati: ne risente la tensione, che cala progressivamente insieme al disegno dei ruoli principali, affrettato e superficiale. Tutto rimane perciò epidermico e insignificante. Dire che ci si annoia è forse eccessivo, ma certo le soluzioni narrative, anche quelle all'insegna di momenti brutali e cattivi, sono prevedibili e stereotipate. Dal punto di vista pastorale dunque preme di più sottolineare l'insulsaggine complessiva dell'operazione, la sua banalità e insignificanza: che si traducono nella valutazione di inconsistenza, evidenziando le crudezze, presenti in gran numero. UTILIZZAZIONE: la programmazione del film può essere trascurata, senza doversene in qualche maniera rammaricare. Ne dovranno convenire anche i cosiddetti appassionati del 'genere'.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film