IRON MAN 2

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Avventura, Fumetti- Graphic novel
Genere
Fantastico
Regia
Jon Favreau
Durata
124'
Anno di uscita
2010
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
Universal Pictures International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Justin Theroux ispirato al personaggio dei fumetti Marvel creato da Javk Kirby, Stan Lee, Don Heck, Larry Lieber
Musiche
John Debney
Montaggio
Richard Pearson, Dan Lebental

Orig.: Stati Uniti (2010) - Sogg.: ispirato al personaggio dei fumetti Marvel creato da Javk Kirby, Stan Lee, Don Heck, Larry Lieber - Scenegg.: Justin Theroux - Fotogr.(Scope/a colori): Matthew Libatique - Mus.: John Debney - Montagg.: Richard Pearson, Dan Lebental - Dur.: 124' - Produz.: Kevin Feige.

Interpreti e ruoli

Robert Downey Jr. (Tony Stark/Iron Man), Gwyneth Paltrow (Pepper Potts), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff), Mickey Rourke (Ivan Vanko), Sam Rockwell (Justin Hammer), Jon Favreau (Hogan), Olivia Munn (Melina Vostokoff/Iron Maiden), Don Cheadle (Col. James Rhodes), Kate Mara . (Bethany Cabe), Leslie Bibb (Christine Everhart), Clark Gregg (agente Coulson)

Soggetto

Ormai rivelatosi come Iron Man, l'inventore Tony Stark deve difendersi dalla concorrenza del bieco Justin Hummer, e dalla minaccia rappresentata dal feroce Ivan Vanko, deciso a vendicare la morte del padre. Stark si vede quasi desautorato da Pepper Potts, la donna che lui ha nominato responsabile dell'azienda e che alla fine saprà riconquistare con un rivelatore bacio finale.

Valutazione Pastorale

L'inevitabile seguito di "Iron Man" (2008, vedi scheda) cambia leggermente taglio narrativo. Il copione perde le suggestioni politiche e i riferimenti tra cronaca e storia a favore di un racconto a più alto tasso di spettacolarità. Nel frastuono degli scontri, nel turbinio degli inseguimenti e dei duelli, risalta bene il tentativo di mettere alla berlina l'uso eccessivo della armi, lasciando però che il tono avventuroso prevalga sulla denuncia. Va detto che in questo caso le prestazioni degli attori risultano essenziali per tenere sveglia l'attenzione sul fattore umano, a rischio di seppellimento di fronte all'incalzare delle tecnologie: bravi, perché espressivi, Downey jr., Rourke, Paltrow e Johansson. Così al tono fantastico si può affiancare anche quello più tradizionalmente avventuroso. Il film, dal punto di vista pastorale, é da valutare come consigliabile, e nell'insieme semplice.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito come proposta di prodotto di alta professionalità e di facile fruzione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film