JADE

Valutazione
Inaccettabile, Squallido
Tematica
Genere
Giallo
Regia
William Friedkin
Durata
95'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
JADE
Distribuzione
U.I.P.
Soggetto e Sceneggiatura
Joe Eszterhas
Musiche
James Horner
Montaggio
Augie Hess

Sogg. e Scenegg.: Joe Eszterhas - Fotogr.: (panoramica/a colori) Andrzej Bartkowiak - Mus.: James Horner - Montagg.: Augie Hess - Dur.: 95' - Produz.: Robert Evans, Craig Baumgarten, Gary Adelson - Vietato ai minori degli anni diciotto

Interpreti e ruoli

Linda Fiorentino (Trina Gavin), David Caruso (David Corelli), Chazz Palminteri (Matt Gavin), Richard Crenna (Lew Edwards), Angie Everhart (Patrice Jacinto), Michael Biehn, Donna Murphy

Soggetto

a San Francisco, Medford, un ricchissimo collezionista, viene trovato ucciso con un'ascia orientale. Sul delitto indaga il sostituto procuratore distrettuale David Corelli, che trova in casa del morto foto sconce con una sconosciuta del governatore Lew Edwards il quale lo diffida dal tentare di incastrarlo. Inoltre la moglie del famoso avvocato suo amico Matt Gavin, Trina, nota psicologa, compare in una videocassetta hard recuperata semibruciata nel camino della villa di Medford. Un vicino di casa con telescopio riconosce sia l'amica di Edwards, che in realtà è una prostituta, Patrice Jacinto, sia Trina, che per le sue apprezzate imprese assumeva il nome d'arte di Jade. Quindi un'automobile investe appositamente Patrice mentre si reca ad un appuntamento con Corelli per fornire rivelazioni su Jade; inseguendo l'automobile investitrice, i cui vetri fumé impediscono di vedere chi guida, David viene attirato sul molo e fatto cadere in mare. L'automobile, identica a quella di Trina, risulta però rubata. Poi costei invita Corelli a casa e, mentre tenta di sedurlo, gli confida che teme per la sua vita. Ma Corelli la respinge e lei va a consolarsi con uno dei numerosi amanti, mentre a casa sua due individui frugano tra le carte di Matt, che intanto va da Corelli convinto che la moglie lo abbia tradito anche con lui. Ma il detective lo convince ad andare da Trina che, rientrata, è stata frattanto braccata da uno dei due killer mascherati, mentre l'altro affronta l'avvocato e il poliziotto sopraggiunti. Dopo una sparatoria gli aggressori di Trina si rivelano essere i due colleghi di Corelli, impegnati ad insabbiare l'inchiesta incastrando Trina per scagionare il governatore. Ma in realtà il colpevole è un altro, l'insospettabile avvocato, che conta sull'omertà e su una aumentata "disponibilita" affettiva della moglie.

Valutazione Pastorale

tutti gli ingredienti del noir, del giallo, del thriller sono gettati alla rinfusa nel calderone di questo tetro e sgradevole film, mescolati con un sottofondo di musica ed una fotografia tetra e lucida. La base è lo scontato filone erotico di cui si ricalcano soprattutto alcune scene (vedi certe sequenze erotiche in video o dal vivo) e il contorno è fornito da decine di film del genere, con individui sospetti (la bella donna tenebrosa, naturalmente) che poi sono innocenti, anche se solo del delitto, poliziotti onesti e tormentati; poliziotti disonesti che vengono scoperti solo alla fine; inseguimenti di automobili per le vie in discesa di San Francisco. In un clima sordido collusioni e vizi si travasano, dal governatore in giù, con il contrappunto del poliziotto onesto che oltretutto soffre per il perduto amore, la moglie libertina del suo migliore amico. Il film, pieno di incongruenze, risulta deludente anche per chi ama il genere. Moralmente il quadro, con il compromesso finale tra assassino e consorte poi, è chiaramente inaccettabile e rende il tutto oltre che immorale assai squallido.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film