JERRY MAGUIRE

Valutazione
Accettabile, Semplicistico
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Cameron Crowe
Durata
135'
Anno di uscita
1997
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
JERRY MAGUIRE
Distribuzione
Columbia Tristar film Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Cameron Crowe e Scenegg.: Cameron Crowe
Musiche
Nancy Wilson
Montaggio
Joe Hutshing

Sogg.: e Scenegg.: Cameron Crowe - Fotogr.: (Panoramica/a colori) Janusz Kaminski - Mus.: Nancy Wilson - Montagg.: Joe Hutshing - Dur.: 135' - Produz.: James L.Brooks, Lawrence Mark, Richard Sakai, Cameron Crowe

Interpreti e ruoli

Tom Cruise (Jerry Maguire), Cuba Gooding Jr. (Rod Tidwell), Renee Zellweger (Dorothy Boyd), Kelly Preston (Avery Bishop), Jerry O'Connell (Frank Cushman), Jay Mohr (Bob Sugar), Regina King (Marcee Tidwell), Bonnie Hunt, Jonathan Lipnicki, Todd Louiso, Mark Pellington, Jeremy Suarez, Jared Jussin, Ingrid Beer

Soggetto

Jerry Maguire è uno dei più brillanti agenti della Sports Manage-ment International, che ha sotto contratto grandi stelle dello sport americano. Fidanzato con la giornalista d'assalto Avery Bishop, vede tutto in funzione dell'ambizione e del guadagno. Un giorno, in occasione di una convention della società, prepara di getto, nell'arco di una notte, una relazione sul lavoro futuro che prevede la riduzione del numero dei clienti a vantaggio di una miglior attenzione a ciascuno di essi. Il tono del testo non piace ai dirigenti, che subito licenziano Maguire. Questi, al momento di andare via, abbando-nato da tutti, trova l'inaspettata solidarietà della segretaria Dorothy, una ragazza madre un po' introversa conquistata dalle idee di Jerry, e del gioca-tore di baseball Rod Tidwell, figura di secondo piano che, unico, decide di affidarsi a lui per curare la propria carriera. Lasciato anche dalla fidanzata, Jerry riparte da zero, cerca una sede, affronta l'ironia e la derisione dei colle-ghi che lo vedono ormai finito. Testardo e convinto della bontà delle idee maturate, Jerry va avanti contro mille difficoltà, accetta inviti a casa di Dorothy, che vive con la sorella e si è innamorata di lui ma non ha il corag-gio di dirglielo, infine capisce di dovere molto alla ragazza. I due si sposano, cercano di far conciliare lavoro e famiglia, passano fasi d'incertezza ma, dopo momenti di paura per un incidente in partita di Rod, costui viene salu-tato come il nuovo grande protagonista del campionato e ottiene un forte ingaggio. Altri atleti adesso si rivolgono a Jerry. Il lavoro ricomincia, insie-me ad una nuova vita per Jerry e Dorothy.

Valutazione Pastorale

il film è improntato a quella filosofia tipicamente americana della vita, secondo la quale una persona può passare in breve tem-po dalla ricchezza alla povertà, dal successo all' incomprensione per poi di nuovo tornare ad affermarsi ma stavolta in maniera cosciente e consapevole, inseguendo non più come primo scopo denari e fama ma tenendo presente il rispetto per se e per gli altri. La prevalenza va alla qualità insomma rispetto alla quantità. Obiettivi quindi encomiabili che però si dilatano e perdono for-za perchè espressi lungo una storia eccessivamente lunga (due ore e un quar-to) e in certi momenti adagiata su banalità, facili sentimentalismi, sfoghi caratteriali e ricerche dentro se stessi un po' a buon mercato. Tuttavia, dal punto di vista pastorale, gli intenti, ancorchè molto semplici e scoperti, resta-no apprezzabili e quindi da accogliere positivamente. Utilizzazione: Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, anche festiva proprio per la sua sostanziale semplicità di esposizione e di racconto. In contesti più attenti, se ne potrebbero mettere in luce i limiti per quanto attiene alla ottimistica e un po' superficiale visione americana della vita quotidiana.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film