JIMMY DELLA COLLINA

Valutazione
Discutibile, Problematico, dibattiti
Tematica
Famiglia - genitori figli, Giovani, Solidarietà-Amore
Genere
Drammatico
Regia
Enrico Pau
Durata
86'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Arancia Film
Soggetto e Sceneggiatura
Enrico Pau, Antonia Iaccarino tratto dal romanzo omonimo di Massimo Carlotto
Musiche
Sickitikis
Montaggio
Johannes Hiroshi Nakajima

Orig.: Italia (2006) - Sogg.: tratto dal romanzo omonimo di Massimo Carlotto - Scenegg.: Enrico Pau, Antonia Iaccarino - Fotogr.(Panoramica/a colori): Gian Enrico Bianchi - Mus.: Sickitikis - Montagg.: Johannes Hiroshi Nakajima - Dur.: 86' - Produz.: Guido Servino.

Interpreti e ruoli

Nicola Adamo (Jimmy), Valentina Carnelutti (Claudia), Giovanni Carroni (il padre di Jimmy), Gisella Vacca (la madre di Jimmy), Francesco Origo (don Ettore), Caterina Silva (prostituta), Massimiliano Medda (educatore), Eleonora Usala . (ragazza)

Soggetto

A Sarroch in Sardegna Jimmy, quai diciotto anni, non si rassegna ad un futuro come operaio in fabbrica. Con altri partecipa ad una rapina, viene arrestato, finisce in un carcere minorile, quindi é assegnato ad una comunità di recupero. Anche da qui, dopo un breve periodo, sente la necessità di scappare. Ma ora che è fuori l'interrogativo sul suo futuro ritorna più forte di prima.

Valutazione Pastorale

Il presupposto é che fare l'operaio in fabbrica é degradante e quindi bisogna pensare a qualcos'altro, anche di illegale. Da questa premessa deriva un copione in verità non molto originale, rafforzato però da una certa solidità che il regista riesce ad infondere nelle immagini. La cornice ambientale vive di vibrazioni atmosferiche azzeccate, e la perdita di senso di Jimmy ne diventa l'esatto complemento. Il taglio realistico resta aspro e ruvido. E non c'è un finale, né consolatorio né di negazione di quanto fatto. Jimmy resta lì, indeciso come all'inizi. E questo forse è il dato più preoccupante. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come discutibile, problematico e adatto per dibattiti. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria ma, più opportunamente, in occasioni mirate per avviare riflessioni su una certa condizione giovanile inn Italia, oggi. Qualche attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV