KIRIKU’ E GLI ANIMALI SELVAGGI

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Animali, Avventura, Bambini, Film per ragazzi, Rapporto tra culture
Genere
Film d'animazione
Regia
Michel Ocelot
Durata
73'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
Kirikou et les betes sauvages
Distribuzione
Mikado Film
Musiche
Manu Dibango
Montaggio
Dominique Lefever

Orig.: Francia (2005) - Sogg. e scenegg.: Michel Ocelot - Fotogr.(Normale/a colori) - Mus.: Manu Dibango - Montagg.: Dominique Lefever - Dur.: 73' - Produz.: Les Armateurs, Gebeka Films, France 3 Cinemà, Studio 0.

Soggetto

Il saggio nonno racconta altri episodi che hanno caratterizzato l'infanzia di Kirikù al proprio villaggio africano. Kirukù contrasta la iena nera che distrugge il racconto, diventa vasaio e salva la sua comunità. Poi trova l'antidoto per salvare le donne dall'aver bevuto birra avvelenata, quindi si traveste da feticcio per andare ad affrontare la terribile strega Karabà.

Valutazione Pastorale

Questo scondo appuntamento con il piccolo personaggio Kirikù aggiunge poco a quanto già detto nella precedente occasione. Il taglio dei disegni e il tono narrativo sono soprattutto educativi e molto piani, dedicati a bambini a livello di scuola materna ed elementare. C'è indubbiamente freschezza espressiva nel rappresentare i luoghi africani con una prospettiva che sa un po' di esotismo vecchio stile. I temi sono quelli della multiculturalità, della difesaocntro minacce esterne, del giusto entusiasmo di un bambino che non si arrende mai e riempie la giornata di entusiasmo. Il linguaggio é abbastanza infantile, l'approccio é da prodotto televisivo con funzione pedagogica. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile e senz'altro semplice.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e da proporre, come detto, per bambini in varie occasioni anche scolastiche.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film