LA MAPPA DEL MONDO

Valutazione
Accettabile-riserve, realistico
Tematica
Bambini, Carcere, Donna, Educazione, Famiglia, Politica-Società
Genere
Drammatico
Regia
Scott Elliott
Durata
120'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
A map of the world
Distribuzione
Lucky Red Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Peter Hedges, Polly Platt tratto dal romanzo di Jane Hamilton
Musiche
Pat Metheny
Montaggio
Craig McKay, Naomi Geraghty

Orig.: Stati Uniti (1999) - Sogg.: tratto dal romanzo di Jane Hamilton - Scenegg.: Peter Hedges, Polly Platt - Fotogr.(Panoramica/a colori): Seamus McGarvey - Mus.: Pat Metheny - Montagg.: Craig McKay, Naomi Geraghty - Dur.: 120' - Produz.: Kathleen Kennedy, Frank Marshall.

Interpreti e ruoli

Sigourney Weaver (Alice Goodwin), Julianne Moore (Theresa Collins), David Strathairn (Howard Goodwin), Arliss Howard (Paul Reverdy), Chloe Sevigny (Carole Mackessy), Louise Fletcher (Nellie), Sarah Rue (Debbie), Aunjanue Ellis (Dyshett), Nicole Ari Parker . (Sherry), Bruklin Harris (Lynelle), Ron Lea (Dan Collins)

Soggetto

Alice Goodwin vive da qualche tempo in una fattoria di un piccolo villaggio rurale del Wisconsin. Ha due bambine, lavora part-time come infermiera presso la scuola del paese e, quando può, aiuta il marito nel lavoro della fattoria. I due hanno per unici amici un'altra coppia, Dan e Theresa Collins, che a loro volta hanno due bambine. Una mattina Alice decide di portare al laghetto della fattoria tutte e quattroi le bambine ma, in un attimo di distrazione, non si accorge che Lizzy, la figlia di due anni di Theresa, sta annegando. Malgrado l'immediato soccorso, la piccola muore dopo alcuni giorni. Il dolore di Theresa è incolmabile, e anche Alice é distrutta dal senso di colpa. La comunità inoltra la ritiene l'unica responsabile della tragedia. Mentre vive questa atmosfera angosciosa, Alice si vede accusata di abusi sessuali da parte di un bambino della scuola, viene arrestata e messa in prigione perchè non ha i 100.000 dollari per la cauzione. Benchè l'accusa sia favorita dal risentimento della madre del bambino verso Alice, la donna non trova al forza per difendersi, entra in prigione e vive la dura realtà delle vita del carcere, con gli scherni e le angherie delle compagne di reparto. Il marito, in preda ai dubbi, viene invece aiutato da Theresa, che riesce a restituirgli fiducia e lo spinge a vendere la fattoria per pagare la cauzione. Dopo il processo, Alce viene assolta e si trasferisce con la famiglia in città per iniziare una nuova vita. Da piccola, dopo la morte della mamma, Alice aveva disegnato una mappa del mondo, che ora guarda con occhi molto diversi.

Valutazione Pastorale

Tratto dal romanzo di Jane Hamilton, il copione si muove sul filo di una vicenda drammatica assolutamente umana, senza effetti particolari o sensazionali. Rientra quindi in quella fascia di cinema americano in cui, come si dice, si parla della vita, dei suoi lati belli e brutti, della casualità, del senso di colpa, del debito da pagare. A conclusione di tutto c'é poi l'inizio di una nuova esistenza, ossia il risultato della forte volontà di ricominciare. La mappa del mondo, così, significa la capacità di capire la propria collocazione e il proprio destino in un contesto che sembra respingere e creare difficoltà. E' un approccio caretteristico del cinema e, più in generale, della cultura americani: una sorta di sfida alle avversità, che rimanda ai parametri dell'universo western. L'esordiente regista Scott Elliott, proveniente dal teatro, dirige con invidiabile scioltezza, riuscendo a ridurre al minimo la differenza tra il 'vero' e il 'versosimile'. Dal punto di vista pastorale, indicate riserve per qualche passaggio inutilmente fuori misura, il film è sostanzialmente positivo, accettabile e realistico nella autenticità degli argomenti affrontati. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria. Da proporre per affrontare argomenti legati alla famiglia, al rapporto genitori-figli, al carcere femminile.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV