LA MUMMIA

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Storia
Genere
Avventuroso
Regia
Stephen Sommers
Durata
125'
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The mummy
Distribuzione
United International Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Stephen Sommers Stephen Sommers e Lloyd Fonvielle & Kevin Jarre
Musiche
Jerry Goldsmith
Montaggio
Bob Ducsay

Orig.: Stati Uniti (1999) - Sogg.: Stephen Sommers e Lloyd Fonvielle & Kevin Jarre - Scenegg.: Stephen Sommers - Fotogr.(Scope/ a colori): Adrian Biddle - Mus.: Jerry Goldsmith - Montagg.: Bob Ducsay - Dur.: 125' - Produz.: James Jacks, Sean Daniel.

Interpreti e ruoli

Brendan Fraser (Rick O'Connell), Rachel Weisz (Evelyn), John Hannah (Jonathan), Kevin J. O'Connor (Beni), Arnold Vosloo (Imhotep), Jonathan Hyde (l'egittologo), Oded Fehr (Ardeth Bay), Erick Avari (il curatore), Stephen Dunham (Henderson), Tuc Watkins (Burns), Omid Djalili . (Warden)

Soggetto

Nel 1719 a.C.in Egitto, in seguito ad un amore proibito con Anck, amante del Faraone, il sacerdote Imhotep si lascia andare a gesti disperati. Gli dei allora gli infliggono una tremenda maledizione: ad Hamunaptra, città dei morti, il suo corpo sarà mummificato senza che lui sia morto, condannato ad un'esistenza tra urla di dolore sotterranee. Tremila anni dopo, nel 1923, il legionario Rick O'Connell e il suo compagno Beni si imbattono nelle rovine di Hamunaptra durante una battaglia. Qualche anno dopo, O'Connell, in carcere in attesa di condanna a morte, capisce che la conoscenza esatta della località in cui si trovano i resti dell'antica città gli può salvare la vita. O'Connell stringe allora alleanza con l'egittologa Evelyn, bella e maldestra, e con suo fratello Jonathan. Ma ci sono anche cercatori d'oro attratti dalle ricchezze nascoste di cui si favoleggia; c'é un gruppo di esploratori americani; c'é Ardeth, capo di un gruppo di guerrieri locali che hanno il compito di proteggere quel territorio sacro per evitare che Imhotep torni in vita e distrugga il mondo. Tra litigi,contrasti e ostacoli imprevisti, la maledizione infine si scatena: la Mummia torna in vita e mette in atto una forza disumana. Tutti gli esploratori cadono vittime della spaventosa vendetta della creatura. Imhotep vorrebbe impadronirsi di Evelyn come sostituta di Anck. O'Connell si oppone e,sfidando grandissimi pericoli, riesce a ricacciare indietro il mostro. O'connell ed Evelyn si dichiarano reciproco amore.

Valutazione Pastorale

Il primo film intitolato "La mummia" uscì nel 1932. Si era agli inizi del cinema sonoro, e nel ruolo di Imhotep c'era Boris Karloff, un attore che é diventato quasi una leggenda come i personaggi 'maledetti' che ha interpretato. Quel film fu il primo di una serie di pellicole sullo stesso tema girate tra il 1940 e il 1971. Oggi la storia de "La mummia" si confronta in una nuova versione con il pubblico del Duemila. Dopo il prologo iniziale, si passa agli anni Venti, e la ricostruzione ambientale é precisa e attendibile. La grossa differenza rispetto agli altri titoli é rappresentata dagli effetti speciali: per realizzare la mummia, i suoi movimenti, la sua ansia di vendetta sono state utilizzate le più sosfisticate tecnologie computerizzate. Nascono così sequenze che in alcuni momenti sconfinano un po' nell'horror,e potevano forse essere leggermente più contenute. Per il resto siamo di fronte al classico film d'avventura, secondo i canoni tradizionali, con paure, qualche tocco di umorismo e la storia d'amore a lieto fine. Dal punto di vista pastorale, il film, proprio nell'ottica del genere avventuroso, é da valutare come accettabile e sostanzialmente semplice. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e da recuperare per proiezioni di svago e avventura. Gli appassionati del personaggio lo potranno confrontare con le precedenti realizzazioni attraverso momenti diversi di storia del cinema.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film