LA REGINA MARGOT

Valutazione
Inaccettabile, Fuorviante
Tematica
Genere
Drammatico
Regia
Patrice Chereau
Durata
145’
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
LA REINE MARGOT
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Daniele Thompson, Patrice Chereau
Musiche
Goran Bregovic
Montaggio
Francois Gedigier, Helene Viard

Sogg: Tratto dal romanzo “La Reine Margot” di Alexander Dumas - Scenegg.: Daniele Thompson, Patrice Chereau - Fotogr.: (panoramica/a colori) Philippe Rousselot - Mus.: Goran Bregovic - Montagg.: Francois Gedigier, Helene Viard - Dur.: 145’ - Cop.: Renn Productions, France 2 Cinema, D.A. Film, Paris - RCS Films e TV, Roma - NEF Film Produktion, W.M.G., Munchen

Interpreti e ruoli

Isabelle Adjani (Margherita), Daniel Auteuil (Enrico Di Navarra), Jean-Hugues Anglade (Carlo IX), Virna Lisi (Caterina De’ Medici), Vincent Perez (La Mole), Claudio Amendola (Coconnas), Dominique Blanc (Enrichetta Di Nevers), Asia Argento, Miguel Bosè, Pascal Greggory, Thomas Kretschmann, Julien Rassam, Jean-Claude Brialy

Soggetto

Francia, 1572. Per tentare la pacificazione tra ugonotti e cattolici Caterina Dè Medici impone il matrimonio tra la figlia Margherita di Valois ed Enrico di Navarra, che le chiede, pur sapendo che lei ama Guisa, solidarietà. Abbandonata da Guisa, che assiste in segreto al colloquio, Margherita (chiamata Margot), in maschera, ha un rapporto in strada con un giovane derubato del cavallo, La Mole, che ritrova, ferito, durante la sanguinosa notte di San Bartolomeo, voluta da Caterina ed avallata dall’imbelle fratello Carlo IX, e lo salva dalla furia dei facinorosi guidati dal cattolico Coconnas. Fuggito da palazzo, La Mole si batte con quest’ultimo, ed entrambi, dati per morti, vengono salvati dal boia. Consigliato da Margot, Enrico abiura, come l’amico Armagnac, che riesce a fuggire; invece La Mole va ad Amsterdam ad organizzare le forze ugonotte. Il tentativo di Caterina di avvelenare Enrico col rossetto dell’amante Charlotte de Sauve, causa la di lei morte. Margot, impietosita dal dolore del coniuge, ha un rapporto con lui. La Mole ritova Coconnas, pentito, e con l’aiuto della sua amante, Henrichetta Di Nevers, dama di Margot, rivede l’amata. Successivamente Enrico salva la vita di Carlo IX durante una caccia al cinghiale. Sfogliando un libro sulla caccia (avvelenato dal profumiere Renè su ordine di Caterina per uccidere Enrico) Carlo IX muore, dopo aver fatto eleggere Re di Polonia il fratello Anjou che gli succederà sul trono. Enrico fugge in Navarra, mentre La Mole e Coconnas vengono giustiziati, dopo aver tentato di liberare Margot, che prende la testa dell’amato come ricordo, prima di raggiungere il marito.

Valutazione Pastorale

basterebbero le scene di violenza efferata, l’immoralità dilagante, i maneggi, i tradimenti, le scene licenziose, tutte impostate con un chiaro intento spettacolare, a rendere il film inaccettabile. Ma quello che più disturba è il taglio generale dell’operazione che il regista ha definito sorprendentemente un tentativo di riconciliazione tra cattolici e protestanti: indiscutibile solo la verità storica del massacro del 28 agosto, dovuta alle idee politiche di Caterina. Con l’innesto di una sequela di manipolazioni, travisamenti, invenzioni di personaggi, vicende e moventi, la pellicola mostra personaggi storici in modo del tutto fuorviante, tanto che il pubblico finisce per farsi un’idea, ad esempio, che Caterina sia stata una sorta di Rasputin in gonnella con tendenze incestuose, ignorando tutti i suoi tentativi di mediazione tra le parti; o che il futuro re Enrico abbia avuto bisogno dei consigli della fedifraga moglie per abiurare o tacere davanti alla morte (romanzesca, di Charlotte), o ne abbia desiderato l’amore, quando non solo la tradì sistematicamente, ma finì per farsi annullare il matrimonio; o del “Traitè sur la chasse” il libro che avvelena Carlo IX, il quale non solo non morì per averlo sfogliato, ma ne scrisse uno rimasto famoso. Su tutto troneggia un livore anticattolico che si credeva, dopo tanti sforzi ecumenici, superato.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film