L’ALBATROSS – OLTRE LA TEMPESTA *

Valutazione
Accettabile-riserve, Realistico
Tematica
Giovani
Genere
Avventuroso
Regia
Ridley Scott
Durata
121'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
WHITE SQUALL
Distribuzione
Cecchi Gori Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Todd Robinson
Musiche
Jeff Rona
Montaggio
Gerry Hambling

Sogg. e Scenegg.: Todd Robinson - Fotogr.: (scope / a colori) Hugh Johnson - Mus.: Jeff Rona -Montagg.: Gerry Hambling - Dur.: 121' - Produz.: Mimi Polk Gitlin, Rocky Lang

Interpreti e ruoli

Jeff Bridges (Christopher Sheldon), Caroline Goodall (Alice Sheldon), John Savage (McCrea), Scott Wolf (Chuck Gieg), Balthazar Getty (Tod Johnstone), Jeremy Sisto (Frank Beaumont), Ryan Phillippe (Gil Mar-tin), David Lascher, Eric Michael Cole, Jason Marsden, David Selby, Julio Mechoso, Ethan Embry

Soggetto

Nell'autunno del 1960 tredici giovani sono ammessi in qualita di studenti alla Ocean Academy, una rude scuola di formazione alla navigazio-ne a vela. Dovranno passare un anno in mare, dividendosi tra lo studio e la difficile vita a bordo dell'Albatross. Nel corso del viaggio verso i Caraibi e il Pacifico, vengono fuori i caratteri di ciascun ragazzo, soprattutto improntati al tipo di vita condotto a terra, ai rapporti con i genitori e la famiglia. Quan-do il brigantino e sulla via del ritorno, arriva una improvvisa bufera di pro-porzioni gigantesche, di fronte alla quale si rivela vano ogni tentativo di dife-sa. La nave affonda, muoiono quattro studenti, due membri dell'equipaggio e, una volta tratti in salvo i sopravvissuti, il capitano Christopher Sheldon viene messo sotto accusa: e stata la sua negligenza a causare tante morti? Oppure i suoi ordini hanno invece evitato una fine peggiore? In tribunale vengono ascoltati alcuni testimoni e i genitori chiedono a gran voce la con-danna di Christopher e il ritiro della licenza. Quando il verdetto sembra ormai inesorabilmente orientato, sono proprio gli stessi ragazzi a prendere le difese del capitano e ad attribuire a quei fatti l'importanza di un esame decisivo sulla strada della vita. Cosi Christopher capisce di non aver agito inva-no.

Valutazione Pastorale

Il film segue i canoni tradizionali del cinema avventuroso, con il viaggio da affrontare, i rischi non previsti, gli incidenti, le incomprensioni e il chiarimento finale. Messe in evidenza alcune riserve per il modo un po' frettoloso di trattare alcune situazioni di contorno, la sostanza del film è quella di delineare il modo in cui, a contatto con il perico-lo, avviene la maturazione di un gruppo di adolescenti che hanno riposto pie-na fiducia nel loro capo. Questo percorso, dal punto di vista pastorale, è delineato in maniera semplice ed essenziale, con molte concessioni allo spet-tacolo, ma sempre tenendo presente la psicologia degli adolescenti e le loro reazioni di fronte ai vari eventi. Il viaggio che il film propone, diventa alla fine un esame di maturità, un evento dopo il quale i ragazzi capiranno che per loro è arrivato il momento di crescere e diventare uomini. Utilizzazione: Spettacolare in certi momenti e nell'insieme sostanzialmente realistico, il film può essere utilizzato anche come proposta ordinaria e festi-va per ragazzi e famiglie. L'utilizzo poi è appropriato, quando, in sede di dibattiti e per gruppi ristretti, si voglia affrontare anche dal punto di vista educativo il problema del passaggio dall'adolescenza all'età adulta.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film