LANTERNA VERDE

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Fantascienza
Genere
Fantastico
Regia
Martin Campbell
Durata
114'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Green Lantern
Distribuzione
Warner Bros Pictures Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Greg Berlanti & Michael Green & Marc Guggenheim, Michael Goldenberg Greg Berlanti & Michael Green & Marc Guggenheim basato su personaggi apparsi in un fumetto pubblicato da DC Comics
Musiche
James Newton Howard
Montaggio
Stuart Baird

Orig.: Stati Uniti (2011) - Sogg.: Greg Berlanti & Michael Green & Marc Guggenheim basato su personaggi apparsi in un fumetto pubblicato da DC Comics - Scenegg.: Greg Berlanti & Michael Green & Marc Guggenheim, Michael Goldenberg - Fotogr.(Scope/a colori): Dion Beebe - Mus.: James Newton Howard - Montagg.: Stuart Baird - Dur.: 114' - Produz.: Donald De Line, Greg Berlanti.

Interpreti e ruoli

Ryan Reynolds (Hal Jordan/Lanterna Verde), Blake Lively (Carol Ferris), Peter Sarsgaard (Hector Hammond), Mark Strong (Sinestro), Tim Robbins (sen. Hammond), Jay O.Sanders (Carl Ferris), Taika Waititi (Tom Kaimaku), Angela Bassett (dott.ssa Amanda Waller), Mike Doyle ; Nick Jandl (Jack Jordan), Temuera Morrison (Jim Jordan), Jeff Wolfe . (Abin Sur)

Soggetto

Attualmente in disgrazia presso i suoi datori di lavoro, il pilota collaudatore Hal Jordan si trova ad ottenere poteri straordinari concessi a chi fa parte di una squadra speciale di combattenti intergalattici: sono i Green Lantern Corps chiamati a mantenere la pace nell'universo. Hal si distingue nalla battaglia contro il nemico Parallax, e ottiene il successo, aiutato anche dall'amica di infanzia Carol.

Valutazione Pastorale

Il personaggio Hal Jordan appare per la prima volta in "All American Comics" nel 1940 e si sviluppa nel corso degli anni. Nel 1960 compare il nome di Lanterna Verde, e il protagonista cambia fisionomia, diventando membro di una forza di polizia intergalattica. Sui fumetti (su nomi, ambienti, ruoli...) si lavora ormai con estrema scioltezza, mutando molto a seconda dei tempi. Al cinema, il diluvio di effetti speciali è da tempo diventato invasivo, configurandosi di fatto come il vero motore della storia. Il plot esiste in funzione dell'uso tecnologico che se ne può fare. Qui, inevitabile ma, come spesso accade, non indispensabile, arriva anche il 3D. Il racconto? Facile, rumoroso, già visto. Comunque piacevole, e va già bene. Avventure spaziali a briglia sciolta, senza pretese. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, come spettacolo per tutti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film