L’ARCANO INCANTATORE *

Valutazione
Discutibile, Ambiguità
Tematica
Male, Morte
Genere
Fantastico
Regia
Pupi Avati
Durata
96'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Filmauro
Soggetto e Sceneggiatura
Pupi Avati
Musiche
Pino Donaggio
Montaggio
Amedeo Salfa

Sogg. e Scenegg.: Pupi Avati -Fotogr.: (panoramica / a colori) Cesare Bastelli - Mus.: Pino Donaggio -Montagg.: Amedeo Salfa - Dur.: 96' - Produz.: Duea Film, Filmauro

Interpreti e ruoli

Carlo Cecchi (Achille Ropa Sanuti), Stefano Dionisi (Giacomo Vigetti), Arnaldo Ninchi, Andrea Scorzoni, Mario Erpichini, Vittorio Duse, Patrizia Sacchi

Soggetto

Achille Ropa Sanuti, un anziano sacerdote della Curia bolognese, esiliato tra i boschi dell'Appennino dopo essere stato accusato di studi esote -rici, vive in un tetro castello colmo di libri insieme a Nerio, un vecchio scrit -turale considerato un satanico. Ai viveri provvede una comunità di laiche, allogate in una lontana masseria. Nel 1750 Nerio muore di una oscura morte ed in aiuto all'anziano sacerdote giunge Giacomo Vigetti, un giovane semi -narista padano con esperienza di archivi, in fuga dagli Stati Pontifici (perché accusato di aver ingravidato e fatto abortire una ragazza). A proteggere il giovane ha provveduto una matura dama, affascinata da cabale e studi sui fenomeni dell'ultraterreno. L'arcano incantatore (pseudonimo dello scomu -nicato Achille Ropa Sanuti) accoglie e mette al lavoro il giovane, al quale detta in codice misteriose missive frutto delle sue ricerche e sempre attingen -do alla sterminata biblioteca. Il mistero inquieta l'ex seminarista, ma non lo terrorizza, anzi lo intriga. Intanto egli scopre che la morte del defunto scriba era stata stranamente preceduta da quella di due giovanissime converse della masseria (tuttavia, più che morte date per scomparse). Poi si susseguono fenomeni e rituali iniziatici (bicchieri colmi di vino che volano per aria e si frantumano sui muri; pipistrelli che si abbeverano golosi in bacinelle di san -gue): sembra a Giacomo che la presenza del Maligno sia innegabile. Frattanto l'anziano prete passa da un libro ad un salasso: forse, indebolito nel corpo e nella mente, egli è prossimo alla morte e, con ciò, alla soluzione dell'enig -ma, che è stato il più duro e assillante tra i suoi lunghi studi sul paranormale e per il suo intelletto teso alla ricerca. Morto lo scomunicato, Giacomo sco -pre che, in luogo del corpo di costui, circola fra libri e documenti quello del risuscitato Nerio, quel misterioso Nerio evidentemente immortale e onnipre -sente, seduttore assassino dietro al suo orrendo ghigno.

Valutazione Pastorale

Due i punti di forza del più recente film di Pupi Avati: la dimensione temporale ed il concetto stesso di "arcano". La vicenda si svolge alla metà del Settecentoil secolo dei Lumi-, in cui la più modesta irruzione di un uomo colto negli oscuri territori dell'esoterismo e del para -normale manifestava il sulfureo del satanismo. L'arcanità rende più profondi e inquietanti gli scopi della ricerca (enigmi fors'anche insolubili). E' chiaro il predominio del Male, signore indiscusso del castello che ospita l'esiliato, nella persona spavalda e malvagia, che affascina e corrompe, di quel Nerio, in grado di ritornare in vita e indossare perfino la veste carnale dell'imprudente indagatore. Si può comprendere il pensiero di Avati, sul quale sembra abbiano avuto peso anche narrazioni leggendarie, fosche favole e buie paure, proprie di ancestrali culture contadine. Una fotografia pregevolissima per luci e colori da tramonto, il paesaggio (quieti corsi d'acqua, boscaglie e cieli ricchi di uccelli e strida gioiose), i silenzi del castello (già di per sé occasione claustrofobica), tutto inquadra la storia in una cornice insolita e in un clima del pari sospeso: quasi nell'attesa di un evento inesplicabile e irrecusabile. In sostanza, forse un film-sfida, una esercitazione di alto livello, dove l'arcano resta impenetrabile e l'ambiguità ha il sopravvento. Misuratissima per sobrietà la partecipazione di Carlo Cecchi, esiliato e vittima sacrificale.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film