LE STELLE INQUIETE

Valutazione
Consigliabile, superficiale
Tematica
Donna, Libertà, Politica-Società, Storia
Genere
Drammatico
Regia
Emanuela Piovano
Durata
87'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Francia, Italia
Distribuzione
Bolero Film
Soggetto e Sceneggiatura
Emanuela Piovano, Lucilla Schiaffino Emanuela Piovano ispirato a un episodio della vita di Simon Weil
Musiche
Marc Perrone
Montaggio
Roberto Perpignani

Orig.: Italia/Francia (2010) - Sogg.: Emanuela Piovano ispirato a un episodio della vita di Simon Weil - Scenegg.: Emanuela Piovano, Lucilla Schiaffino - Fotogr.(Panoramica/a colori): Raoul Torresi - Mus.: Marc Perrone - Montagg.: Roberto Perpignani - Dur.: 87' - Produz.: Kitchen Film.

Interpreti e ruoli

Lara Guirao (Simone Weil), Fabrizio Rizzolo (Gustave Thibon), Isabella Tabarini (Yvette Thibon), Marc Perrone (Pépé), Renato Liprandi (sindaco), Danilo Bertazzi (padre Perrin), Dil Gabriele Dell'Aiera . (Ivo)

Soggetto

Estate 1941. Durante l'occupazione nazista della Francia, Simon Weil passa un periodo di riposo in una fattoria vicino a Marsiglia, ospite di Gustave Thibon e di sua moglie Yvette.

Valutazione Pastorale

Il fatto, come si sa, è autentico: un momento di calma e di tranquillità nella vita di Simone Weil, filosofa inquieta e tormentata, sempre divisa tra realtà, metafisica, pensiero e ricerca della grazia. Se è vero che il personaggio é sfuggente, complesso, difficile da decifrare, era tuttavia impensabile trovarsi di fronte ad una pellicola del tutto priva di un'idea di messa in scena, ad una rappresentazione senza oggetto da rappresentare. La volontà dell'attrice Lara Guirao non serve ad ovviare all'assenza di una minima intenzione di scavo interiore. Manca uno sguardo che faccia capire dove siamo, e perché quella donna si comporta così. Mancano pathos e dolore, l'immagine afona impedisce di capire lo strazio interiore di Simone. La pellicola va da una parte, la protagonista resta dall'altra. Resta, appunto, perché se prendiamo il prodotto come approccio al personaggio, lo possiamo vedere come utile punto di partenza. Così, dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come consigliabile, pur restando nell'insieme inevitabilmente superficiale.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e in seguito come avvio allo studio di un personaggio importante per la cultura europea della prima metà del Novecento come Simone Weil.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film