LEZIONI DI CIOCCOLATO

Valutazione
Inconsistente, semplicistico
Tematica
Lavoro, Rapporto tra culture
Genere
Commedia
Regia
Claudio Cupellini
Durata
107'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Universal Pictures International Italia
Musiche
Theo Teardo
Montaggio
Danilo Torre

Orig.: Italia (2007) - Sogg. e scenegg.: Fabio Bonifacci - Fotogr.(Panoramica/a colori): Giovanni Cavallini - Mus.: Theo Teardo - Montagg.: Danilo Torre - Dur.: 107' - Produz.: Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz.

Interpreti e ruoli

Luca Argentero (Mattia), Violante Placido (Cecilia), Neri Marcorè (il maestro), Hassani Shapi (Kamal), Ivano Marescotti, Francesco Pannofino, Monica Scattini, Rolando Ravello

Soggetto

Per evitare grossi guai da parte di Kamal, operaio egiziano che si è infortunato in uno dei suoi cantieri lavorando 'in nero, il geometra Mattia gli propone di prendere il suo posto al corso di pasticceria che si appresta a frequentare. Così succede. Mattia si finge egiziano, frequenta le lezioni, si innamora di Cecilia, inventa un numero infinito di bugie per tenere il segreto. Ma òa verità infine viene a galla, e Mattia avrà il suo daffare prima di convincere Cecilia di essere innamorato di lei, ed esserne ricambiato.

Valutazione Pastorale

La storiellina é fragile, il copione non lievita mai (a differenza di qualche cioccolatino, in effetti invitante), i personaggi restano attaccati ad una approssimazione descrittiva che li rende poco interessanti. Non si ride, e il racconto scorre tutto su schermaglie verbali a lungo andare un po' prolisse. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inconsistente e del tutto semplicistico. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, é ovvio tenendo presente quanto detto sulla sua modesta confezione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film