LO SCAPOLO D’ORO

Valutazione
Accettabile, brillante
Tematica
Famiglia, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Gary Sinyor
Durata
102'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The bachelor
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
David a. Hughes, John Murphy
Montaggio
Robert Reitano

Orig.: Stati Uniti (1999) - Sogg. e scenegg.: Steve Cohen - Fotogr.(Normale/ a colori): Simon Archer . Mus.: David a. Hughes, John Murphy - Montagg.: Robert Reitano - Dur.: 102' - Produz.: Lloyd Segan, Bing Howenstein.

Interpreti e ruoli

Chris O'Donnell (Jimmie Shannon), Anne (Renée Zellweger), Peter Ustinov (il nonno), Artie Lange (Marco), Edward Asner (avvocato Gluckman), Hal Holbrook (O'Dell), Brooke Shields (Buckley), Mariah Carey (Ilana), Katharine Towne (Monique), Jennifer Esposito (Daphne), Stacy Edwards (Zoe), Sarah Silverman (Carolyn), Rebecca Cross . (Stacy)

Soggetto

Il giovane Jimmie Shannon ama la propria libertà e per il momento non riesce a pensare alla possibilità di sposarsi. Quando meno se lo aspetta, Jimmie conosce Anne, se ne innamora ed é da lei ricambiato. Passano tre anni, e Jimmie, avendo capito che é il momento di prendere delle decisioni, si fa coraggio e chiede la mano di Anne nel ristorante più romantico della città. Ma la sua proposta di matrimonio é così maldestra e poco convincente che Anne se ne sente quasi offesa. Risponde di no e si allontana delusa. Di lì a poco il nonno di Jimmie muore. Alla lettura del testamento si scopre che il vecchio, volendo garantire la continuità della famiglia, ha lasciato al nipote un'eredità di 100 milioni di dollari, purché si sposi entra il compimento del trentesimo compleanno. A questo data mancano solo ventiquattro ore. Spinto a darsi da fare dall'avvocato di famiglia Gluckman e dal broker O'Dell, Jimmie prende accordi con un prete e poi si lancia alla ricerca della 'sposa'. Fallito il tentativo di riconciliarsi con Anne, Jimmie prova a riprendere contatti con vecchie amiche, ma l'esito é disastroso con tutte. L'amico Marco ha la bella idea di mettere un annuncio sul giornale: centinaia di donne in abito bianco si presentano in chiesa con fare minaccioso. Intanto Anne, che aveva detto di voler partire, cerca Jimmie per chiarire tutto con lui. L'avvocato riesce ad accompagnarla, proprio mentre scocca l'ultimo minuto. Su un terrazzo, davanti alla folla vociante delle spose mancate e con il prete dotato di megafono, i due riescono a sposarsi. Applausi, poi Anne lancia il bouquet alle ragazze sottostanti.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una storia leggera e senza eccessive pretese su alcuni temi caratteristici della commedia americana: il matrimonio, o meglio la paura dell'uomo di sposarsi (vedi "Quando la moglie é in vacanza" di Billy Wilder), il matriarcato, l'eredità come spartiacque tra dovere e opportunismo. Un gioco, naturalmente, con qualche simpatico tocco di critica di costume, ironia su certi atteggiamenti esagerati, misurati paradossi narrativi ( il personaggio del sacerdote é trattato con modi rispettosi). Commedia allegra e simpatica, che scherza su paure vere e quindi suggerisce piccole noterelle di riflessione. Nella bella esplosione scenografica conclusiva, Jimmie recupera il valore di un affetto sincero e vede nella giusta prospettiva il momento del matrimonio. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile e brillante. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria come spettacolo piacevole e distensivo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film