L’OMBRA DEL VAMPIRO

Valutazione
Accettabile-riserve, Problematico, dibattiti
Tematica
Mass-media, Politica-Società
Genere
Drammatico
Regia
E.Elias Merhige
Durata
92'
Anno di uscita
2001
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Shadow of the vampire
Distribuzione
CDI - Buena Vista International Italia
Musiche
Dan Jones
Montaggio
Chris Wyatt

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg. e scenegg.: Steven Katz - Fotogr.(Scope/a colori): Lou Bogue - Mus.: Dan Jones - Montagg.: Chris Wyatt - Dur.: 92' - Produz.: Nicolas Cage, Jeff Levine.

Interpreti e ruoli

John Malkovich (F.W.Murnau), Willem Dafoe (Max Schreck), Udo Kier (Grau), Carl Elwes (F.A.Wagner), Catherine McCormack (Greta Schroeder), Eddie Izzard. (Gustav), John Aden Gillet (Galeen), Nicholas Elliot (Paul), Ronan Vibert (Muller)

Soggetto

A Berlino nel 1921 il regista Friederich Wilhelm Murnau sta girando "Nosferatu il vampiro". Determinato a girare il film nella maniera più realistica possibile, Murnau sceglie un autentico vampiro, Max Schreck. La troupe si trasferisce in Cecoslovacchia per girare in esterni. Qui arrivano Schreck, e il nuovo operatore Fritz Wagner, dopo che il precedente, Muller, ha avuto un misterioso collasso. Per ultima arriva anche Greta, la protagonista femminile. Mentre Alvin, il produttore, sollecita il rispetto dei tempi di lavorazione, Schreck, confondendo se stesso e il personaggio, rivela che la moglie, morta di parto, ogni notte gli appare e lo ha trasforamto in quello che è. Ora Murnau ordina il ciak della scena in cui Greta è sul letto e il vampiro la soccorre. Per Schreck la commozione è troppo forte. In preda a raptus di innamoramento, uccide Wagner, poi Alvin, quindi si getta su Greta sanguinante. Murnau non interrompe le riprese e alla fine dice: "Grazie, credo che questa sia buona".

Valutazione Pastorale

Insieme a Fritz Lang, George W.Pabst e altri, Friederick W.Murnau é uno dei grandi nomi del cinema tedesco nel periodo 1900-1930,fino alla fine del 'muto'. Come tanti altri tedeschi e austriaci, anche Murnau negli anni Venti emigrò negli Stati Uniti e qui realizzò nel 1927 uno dei suoi titoli più belli "Aurora", per poi morire nel 1931, a soli 42 anni, in un incidente automobilistico. Quello rievocata in questa occasione é un momento delle riprese di "Nosferatu", operazione anche questa molto importante se inquadrata nella corrente dell'espressionismo cinematografico tedesco che in quegli anni metteva in scena una società germanica preda dei suoi antichi miti di decadenza, grandiosità e corruzione che sarebbero di li a poco sfociati nell'arrivo di Hitler al potere. Murnau si riteneva certamente una sorta di maestro-demiurgo, e le possibilità del nascente linguaggio cinematografico si dimostravano tali da dare sensazioni di totale controllo e di infinite capacità creative. La frase centrale è alla fine: "Tutto ciò che é fuori dall'inquadratura non esiste" fa dire il copione a Murnau. Il film certo soffre di alcuni stereotipi, di eccessive ambizioni, del fatto di parlare col senno del poi, e quindi di voler costruire una sorta di allarme sul potere distruttivo dell'immagine, soprattutto oggi quella televisiva e della cosiddetta 'tv verità'. I vampiri sono tra noi, insomma, si può concludere in maniera facile e sbrigativa. Ma forse conviene invece spostare la prospettiva e puntare sulla ricostruzione d'ambiente. Insomma il film può essere più utile sotto il profilo storico ( anche questo carente) per attirare l'attenzione sugli anni del 'muto', sui protagonisti, sul modo di girare, sul 'fare cinema' in anni del tutto dimenticati. Un approccio anche di conoscenza, che, dal punto di vista pastorale, aiuta a dare il film maggiore credibilità e a valutarlo come accettabile, con qualche riserva per passaggi un po' fuori misura, ma problematico e adatto a dibattiti. UTILIZZAZIONE: come detto, più che in programmazione ordinaria, il film si presta bene per aprire una riflessione sul cinema muto, sul ruolo del cinema tedesco, sul rapporto cinema-società-letteratura. Attenzione comunque per la presenza dei minori.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film