LUNEDI’ MATTINA

Valutazione
Accettabile, poetico**
Tematica
Amicizia, Famiglia, Lavoro, Libertà, Metafore del nostro tempo
Genere
Metafora
Regia
Otar Iosseliani
Durata
122'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Francia, Italia
Titolo Originale
Lundi matin
Distribuzione
Mikado Film
Soggetto e Sceneggiatura
Nougzar Tarielachvili, Nana Iosseliani Otar Iosseliani
Musiche
Nicholas Zourabichvili
Montaggio
Otar Iosseliani

Orig.: Francia/Italia (2001) - Sogg.: Otar Iosseliani - Scenegg.: Nougzar Tarielachvili, Nana Iosseliani - Fotogr.(Panoramica/a colori): William Lubtchansky - Mus.: Nicholas Zourabichvili - Montagg.: Otar Iosseliani - Dur.: 122' - Produz.: Martine Marignac, Maurice Tinchant, Roberto Cicutto e Luigi Musini in collaborazione con RAI Cinema.

Interpreti e ruoli

Jacques Bidou (Vincent), Anne Kravz-Tarnavsky (Joséphine), Dato Tarielashvili-Iosseliani (Nicolas), Narda Blanchet (madre di Vincent), Radslav Kinski (padre di Vincent), Adrien Pachod (Gaston), Pascal Chanal (Michel), Jeremy Rochigneux (il curato), Arrigo Mozzo (Carlo), Otar Iosseliani . (Enzo Di Martino), Vincent Douhadji . (Barthélémy)

Soggetto

Operaio in una fabbrica di prodotti chimici, Vincent come ogni lunedì mattina si presenta al lavoro. Quando torna, nel pomeriggio, a casa lo aspettano la moglie, i fili, l'anziana madre un tempo cantante e ballerina. Nel villaggio in cui vive ci sono: Albert, un vecchietto che passeggia per strada; il postino, che legge la posta di tutti; il curato che guarda da lontano le madri di famiglia; il fattore ricco e pauroso che installa tanti allarmi; i ragazzi che vanno su e giuù con le bici, urlando senza motivo. Ma questo lunedì Vincent non entra in fabbrica. Va a trovare il padre, il quale gli consegna banconote di vari Paesi europei e l'indirizzo di un amico che vive a Venezia. Vincent non esita, parte subito, arriva a Venezia, va dall'amico senza ricavarne molto, conosce per caso altre persone tra cui un operaio che lo ospita a casa e sta con lui fino a quando non arriva il momento di tornare in fabbrica. Rimasto solo, Vincent si imbarca senza volerlo e, scambiato per un marinaio, fa un giro in paesi lontani. Anche quel viaggio finisce. Ora Vincento torna a casa, in camoagna. La famiglia lo accoglie, facendo finta di niente. E il lunedì Vincent si presenta ai cancelli della fabbrica.

Valutazione Pastorale

Dice Otar Iosseliani, regista georgiano (repubblica di Georgia, ex Unione Sovietica) da tempo operante in Francia: "Non bisogna prendere questo film alla lettera per quel che riguarda l'analisi sociale. Ho voluto fare soprattutto una parabola sul malessere della solitudine...una commedia sul malessere di essere costretti ad obbedire alle regole di questo mondo...come tutte le commedie che cerco di realizzare ha radici in una realtà seria e triste...". Come nel finale del precedente "Addio Terraferma!", anche qui Vincent parte quando avverte come insopprimibile la necessità di ricostruire il proprio rapporto con la vita di tutti i giorni, con gli altri, con le cose. Il tema caro ad Iosseliani è quello di non sperperare l'esistenza nella routine, di riaffacciarsi sul bello, sull'amicizia, sui paesaggi, sull'aria aperta come momenti di arricchimento e di pienezza. Lo sguardo del regista si muove tra realismo e favola, tra l'attenzione minuziosa e cronachistica per le piccole cose e la prospettiva di una più ampia unione d'intenti tra gli esseri umani. Punteggiato dal consueto ma sempre efficace umorismo sapido e corrosivo, calato in atmosfere che catturano voglie di fuga e di ribellione ma anche dipingono il fascino del quotidiano, il racconto diventa metafora del nostro muoverci tra freddezza e calore, tra senso delle radici e viaggio verso l'ignoto. Film equilibrato, con un'immagine di Chiesa un po' stereotipata ma non cattiva, che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile e, nell'insieme, poetico. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare come esempio di film 'europeo', ossia sintesi di diffrenti suggestioni culturali da Ovest ad Est.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film