L’UOMO SENZA OMBRA

Valutazione
Discutibile, crudezze
Tematica
Fantascienza
Genere
Fanta-horror
Regia
Paul Verhoeven
Durata
106'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Hollow man
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Andrew W.Marlowe Gary Scott Thompson e Andrew W.Marlowe
Musiche
Jerry Goldsmith
Montaggio
Mark Goldblatt

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg.: Gary Scott Thompson e Andrew W.Marlowe - Scenegg.: Andrew W.Marlowe - Fotogr.(Panoramica/a colori): Jost Vacano - Mus.: Jerry Goldsmith - Montagg.: Mark Goldblatt - Dur.: 106' - Produz.: Douglas Wick e Alan Marshall.

Interpreti e ruoli

Elisabeth Shue (Linda McKay), Kevin Bacon (Sebastian Caine), Josh Brolin (Matthew), William Devane Kim Dickens (Howard Kramer), Greg Grunberg, Joey Slotnick

Soggetto

Lo scienziato Sebastiane Caine, tanto apprezzato per le sue intuizioni quanto discusso per il carattere arrogante, é giustamente soddisfatto: il Pentagono gli aveva affidato una ricerca su un siero che rende invisibili, e lui é convinto di aver trovato la formula giusta. Gli esperimenti su alcuni animali offrono la conferma, e nel gruppo di lavoro c'é molto entusiasmo. Ignorando gli ordini del Pentagono e i consigli dei suoi assistenti, Caine decide di provare la formula su se stesso per potersi attribuire in pieno il merito del successo. Ma quasi subito la situazione va fuori controllo. L'esperimento di 'ritorno' dall'invisibilità non riesce: Caine parla, ascolta ma per farsi vedere indossa una maschera che gli disegna il volto. Consapevole tuttavia di trovarsi in una posizione di forza, Caine ben presto si lascia andare alle pulsioni che più lo attirano. I bersagli sono i suoi assistenti, soprattutto Linda, sua ex ragazza ora impegnata con Matthew. Nonostante tutti si alternino nella sua sorveglianza, Caine fa quello che vuole: esce dal laboratorio, insidia altre donne, va a casa di Linda, rientra, comincia a seminare il panico. Il gruppo capisce che il disegno di Caine é quello di eliminare i componenti uno per uno. Così succede con quattro persone, brutalmente uccise. Linda e Matthew lo affrontano per ultimi. Dopo una lotta cruenta, Caine rimane imprigionato nelle fiamme e scompare. Il pericolo è scongiurato.

Valutazione Pastorale

Il copione é ispirato a "L'uomo invisibile" di H.G.Wells, racconto molto famoso e già spunto per altre versioni cinematografiche. Se è vero che quella del diventare invisibili (come il volare) rappresenta da sempre una delle ambizioni più forti dell'immaginazione umana, e uno dei 'limiti' da superare, ne deriva che il cinema si rivolge periodicamente a questa vicenda, ogni volta cercando qualche angolatura diversa. Qui gli effetti speciali sono i sicuri protagonisti: le conseguenze del siero, i passaggi da uno stato all'altro, i movimenti di Caine invisibile sono visualizzati con abilità e perizia, in modo tanto sgradevole quanto aderente. Certo la regia poteva essere più misurata e risparmiare almeno una parte dell'accumulo di situazioni esasperate che caratterizza la parte finale: ma proprio l'esagerazione riesce a ricondurre la storia sui binari dell' horror fantastico e a far risaltare l'aspetto della denuncia che arriva efficace nei confronti di quegli scienziati che credono di poter usare intelligenza e scienza per biechi fini personali. Dal punto di vista pastorale, dunque, il film é da valutare come discutibile, e sicuramente caratterizzato da molte crudezze. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, con in primo piano l'avvertenza di rivolgerlo ad un pubblico adulto, escludendo quindi minori e ragazzi. Anche nella prospettiva di successive proposte più mirate, é consigliabile mantenere lo stesso comportamento.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film