MISSION TO MARS

Valutazione
Accettabile-riserve, semplice
Tematica
Fantascienza, New age
Genere
Fantascienza
Regia
Brian De Palma
Durata
116'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Mission to mars
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Jim Thomas & John Thomas, Graham Yost Lowell Cannon, Jim Thomas & John Thomas
Musiche
Ennio Morricone
Montaggio
Paul Hirsch

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg.: Lowell Cannon, Jim Thomas & John Thomas - Scenegg.: Jim Thomas & John Thomas, Graham Yost - Fotogr.(Scope/a colori): Stephen H.Burum - Mus.: Ennio Morricone - Montagg.: Paul Hirsch - Dur.: 116' - Produz.: Tom Jacobson.

Interpreti e ruoli

Gary Sinise (Jim McConnell), Tim Burton (Woody Blake), Don Cheadle (Luke Graham), Connie Nielsen (Terri Fisher), Jerry O'Connell (Phil Ohlmyer), Peter Outerbridge (Sergei Kirov), Kavan Smith (Nicholas Willis), Jill Teed (Reneé Coté), Elise Neal (Debra Graham), Kim Delaney . (Maggie McConnell)

Soggetto

Il 9 giugno 2020 un equipaggio di astronauti della NASA lascia la Terra in direzione di Marte. Mesi più tardi, quando la missione é approdata sul pianeta rosso, il comandante Luke Graham e i suoi compagni scoprono qualcosa di strano e di gigantesco che si avvicina a loro. Fanno appena a tempo a trasmettere un messaggio non del tutto comprensibile, e poi vengono inghiottiti da una forza superiore. La stazione spaziale mondiale deve elaborare in fretta una missione di salvataggio per cercare di capire cosa è accaduto e recuperare gli eventuali superstiti. Capeggiato dai copiloti Woody Blake e Jim McConnell e completato dalla dottoressa Terry Fisher e dallo scienziato Phil Ohlmyer, il nuovo equipaggio si appresta a raggiungere a sua volta Marte. Ma Woody rimane ucciso nello spazio nel corso di una manovra, atterrano in tre, cominciano a visitare l'astronave atterrata prima. Nella serra incontrano Luke, che è vivo, e riferisce che la forza è uscita dalla montagna a forma di faccia che si vede davanti. Jim individua un modello di DNA, e dice che quacuno vuole che loro aggiungano i due cromosomi mancanti. Ora sono davanti alla faccia che si apre per farli entrare. All'interno Luc, Terry e Jim vedono alcuni esemplari di esseri umani allo stato originario: loro sono noi, noi siamo loro, dice Jim. L'incontro con l'origine della vita consiglia un ritorno affrettato all'astronave base. L'equipaggio riparte, la faccia esplode. Jim decide di rimanere. Gli altri lo incrociano dall'astronave, e Terry dice: "Mi raccomando divertiti, Jim".

Valutazione Pastorale

"Quello che abbiamo tentato di fare -dice il regista Brian De Palma- é stato rendere il film più autentico possibile. Le cose che capitano agli equipaggi delle due missioni si basano su ipotesi scientifiche di ciò che potrebbe verificarsi in situazioni come quelle descritte. Molti aspetti della sceneggiatura fanno riferimento a teorie della NASA nei confronti di una missione su Marte, e l'ambientazione é nel 2020 perché questo é, secondo gli esperti, l'anno in cui l'uomo metterà piede su Marte". Una precisa, e certo non contestabile, preparazione scientifica é alla base del copione, sul quale però poi De Palma ha lavorato da par suo con il piglio e l'esperienza di chi ha affrontato tutti i generi cinematografici. Così, mentre le astronavi solcano gli spazi infiniti, spuntano sui volti dei protagonisti la paura dell'ignoto, la voglia di sfidarlo, il sacrificio, l'eroismo. E' la favola, ancora una volta, a prevalere: la scoperta dell'origine della vita tra accenni metafisici o spiritualismo new age si stempera nel tono fiabesco del grande spettacolo, coinvolgente per inventiva e fantasia ma limitato sul piano contenutistico. Dal punto di vista pastorale, segnalate riserve per il modo un po' confuso di proporre le teorie evolutive, il film é da valutare come accettabile, e semplice nella sua dimensione di prodotto di fantascienza, 'fiction' quindi più che realismo scientifico. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria come prodotto di bella tenuta spettacolare. Da proporre in rassegne sul genere 'fantascienza', anche per un pubblico di ragazzi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film